Nella penultima trasferta della regular season del Girone Ovest del Campionato di A2, il Club Italia CRAI non riesce nell’impresa e cede per 3-1 (25-27, 25-18, 25-16, 25-21) con la Lpm Bam Mondovì. Si preannunciava un test impegnativo e così è stato. Le giovani della formazione federale hanno affrontato il match con il giusto approccio conquistando ai vantaggi il primo set. Nelle seguenti frazioni la grinta messa in campo non è stata sufficiente per contenere il gioco avversario.
Lo starting six scelto per questo match da coach Massimo Bellano è quello composto dalla diagonale Monza-Frosini, dalle centrali Nwakalor e Marconato, e dalla coppia di schiacciatrici Nervini e Gardini a cui si aggiunge il libero Armini. Dall’altra part della rete il tecnico Delmati sceglie Tanase, Molinaro, Scola, Hardeman, Mazzon, Taborelli e il libero De Nardi.
Domenica le azzurrine saranno nuovamente in campo per affrontare l’ultima trasferta della regular season. Alle 17 scenderanno in campo per sfidare la Sigel Marsala.

Il Club Italia CRAI affronta l’avvio di gara con il giusto atteggiamento e si porta subito in vantaggio (2-5). Pronta la reazione delle padrone di casa che impongono il proprio ritmo alla gara e pareggiano i conti (5-5). Mondovì prova quindi ad allungare il passo e si spinge sul +3 (11-8). Al rientro dal time out chiamato da coach Bellano le azzurrine riprendono a macinare buon gioco e punti: un attacco vincente di Frosini vale la nuova parità (12-12). Si procede quindi sostanzialmente in equilibrio (16-16). Scola e compagne provano a ripartire (18-16), ma le azzurrine sono brave a non lasciare spazio alle avversarie: un muro messo a segno da N wakalor vale la nuova parità (18-18). Nel finale di set Marconato e Frosini firmano il nuovo vantaggio delle giovani della formazione federale (21-23). Il time out chiamato da coach Delmati sortisce l’effetto sperato: Mondovì riesce ad arginare le azzurrine e annulla due set point (24-24). Nervini conquista due nuove pale set per le azzurrine e il muro di Nwakalor chiude la prima frazione a favore del Club Italia CRAI (25-27).
L’avvio del secondo set vede Mondovì tornare sul taraflex con maggiore convinzione: è la squadra di casa a dettare il ritmo (5-1). Con pazienza Monza compagne si rimettono in marcia e riducono sensibilmente il divario (5-4). Perentorio il nuovo allungo della squadra di coach Delmati che arriva al +6 (11-5) di vantaggio. Nwakalor, Monza e Gardini a segno dimezzano il divario (14-11). La formazione di casa non lascia però libertà di manovra alle giovani ospiti e prova un nuovo allungo (21-16). Nel finale le azzurrine annullano due set point ma è Mondovì a chiudere la frazione a proprio vantaggio (25-18) e a riportare il conto set in parità.
La Lpm aggradisce il terzo set e si porta subito sul +4 (5-1). Coach Bellano chiama time out per rimettere ordine tra le fila azzurrine, ma lo stop al gioco non sortisce l’effetto sperato e la squadra di casa allunga ulteriormente il passo (11-4). Nuovo time out e cambio di diagonale per il Club Italia CRAI: fuori Monza e Frosini, dentro Pelloia e Ituma. Le azzurrine soffrono però il gioco avversario e Mondovì si allontana (16-8) e può chiudere senza patemi il terzo set a proprio favore (25-16).
Al rientro in campo le due formazioni imboccano per un lungo tratto i binari dell’equilibrio (6-6). Il Club Italia CRAI sembra aver ritrovato il giusto rimo, ma è Mondovì a mettere a segno il primo allungo e a spingersi sul +4 (10-6). Coach Bellano prova a invertire l’inerzia della gara chiamando time out, ma le azzurrine faticano a rimettersi in marcia (16-8). Quattro punti di Nervini e l’ace di Frosini permettono alle giovani della formazione federale di riavvicinarsi (17-13). Linda Nwakalor tiene le azzurrine in partita (18-15) mettendo a segno due attacchi vincenti consecutivi. Mondovì trova un altro importante allungo (23-17), nel finale il Club Italia CRAI annulla tre palle set, ma non è sufficiente per conquistare il parziale: la Lpm conquista set e partita (25-21).