Il Club Italia chiude il 2020 in trasferta conquistando un punto nella sfida con il Barricalla Cus Torino. Il recupero della settima giornata del Girone Ovest del Campionato di A2 è stato infatti vinto dalla formazione piemontese che si è imposta per 3-2 (22-25, 25-23, 26-24, 15-25, 15-12). Un match che ha visto le azzurrine protagoniste di strepitosi acuti, come nel quarto set e alla luce dei 22 muri punto messi a segno nel corso del pomeriggio di oggi, e momenti in cui il rendimento non è stato sufficiente per rompere il ritmo avversario e imporre il proprio gioco.
Il Club Italia ha affrontato questa partita con un sestetto lievemente rimaneggiato rispetto al solito per l’indisponibilità dell’opposto Giorgia Frosini: Coach Bellano ha schierato quindi la diagonale Monza-Ituma, le centrali Graziani e Nwakalor, le schiacciatrici Gardini e Nervini e il libero Armini. Per Torino il tecnico Chiappafreddo ha invece fatto scendere in campo Sainz, Batte, Vokshi, Pinto, Mabilo, Rimoldi e il libero Gamba.

E’ Torino a partire con passo deciso e a portarsi sul +3 (4-1). Le azzurrine ritrovano subito il giusto assetto e con due punti consecutivi di Gardini e due muri firmati da Nwakalor ristabiliscono la parità (4-4). Si viaggia sostanzialmente in equilibrio fino al nuovo allungo delle padrone di casa (11-8) con coach Bellano che chiama il time out. Al rientro in campo Graziani e Gardini accorciano (11-10) e un perentorio muro azzurrino ristabilisce la parità (13-13). Al nuovo allungo delle piemontesi (17-14) rispondono le giovani atlete della formazione federale (17-17) e la gara imbocca i binari dell’equilibrio (22-22). Sono le azzurrine a trovare lo spunto giusto, pizzare il break decisivo e a chiudere a proprio favore il primo set (22-25).
In apertura di seconda frazione si procede punto a punto (5-5). E’ Torino a rompere gli indugi e staccare le avversarie raggiungendo il massimo vantaggio di +6 (15-9). Si riaccendono le azzurrine che con un ottimo gioco corale piazzano un filotto che permette loro di riportarsi sul -1 (15-14). La formazione di casa prova ad allungare nuovamente (18-16), ma le azzurrine restano incollate: un ace di Nwakalor vale il nuovo pari (18-18). Il finale è accesissimo con le due squadre che procedono appaiate (20-20). Le piemontesi provano a dare lo strappo decisivo al parziale (24-21), le azzurrine annullano due palle set (24-23), un time out della panchina di casa interrompe il gioco e al rientro Torino chiude e pareggia il conto set (25-23).
Partenza lanciata del Club Italia CRAI in avvio di terza frazione (1-5). Il time out chiamato da coach Chiappafreddo non sortisce l’effetto sperato e le azzurrine allungano ancora (3-9). Le padrone di casa ritrovano il ritmo giusto e ricominciano a macinare punti: il divario si assottiglia sensibilmente (8-10). Il Club Italia CRAI mantiene il vantaggio (11-13), gli scambi si fanno sempre più concitati e le avversarie riescono a ristabilire la parità (13-13) e a sorpassare (14-13). Prontamente le giovani di coach Bellano ritrovano ritmo ed efficacia e si riportano in vantaggio (16-19). Torino non molla la presa si riavvicina (19-20), pareggia (20-20) e allunga (23-22). Le due formazioni procedono punto a punto e si va ai vantaggi (24-24). Nel finale la spunta la squadra di casa che si porta quindi i n vantaggio sul conto set (26-24).
Anche l’avvio della quarta frazione è tutto targato Club Italia CRAI (1-4). Le avversarie provano a limare il distacco (7-9), ma le giovani della formazione federale hanno trovato il giusto ritmo: un muro di Graziani vale il +5 (7-12). Le azzurrine diventano inarrestabili e allungano ulteriormente il passo (11-18). Torino non oppone resistenza al ritmo imposto alla gara da Monza e compagne che possono chiudere agevolmente il set (15-25) e portare la gara al tie-break.
Il 5° set vede le due formazioni affrontarsi a viso aperto (6-6). Al cambio campo Torino ha un leggero vantaggio sulle avversarie (8-6). Le azzurrine si disuniscono e la formazione di casa può allungare il passo (13-8). L’efficacia del muro azzurrino tiene in corsa le giovani della formazione federale che si riportano vicinissime (14-12), ma Torino riesce a chiudere set e partita (15-12).