La Bolgia tuscanese
La Bolgia tuscanese

La grande affluenza di pubblico che ha popolato lunedì 26  i palasport della SuperLega UnipolSai in occasione della terza giornata di ritorno dà ancora una volta ragione alla Lega Pallavolo Serie A, prima in Italia a introdurre (dal 2005-2006) il turno di gara nella giornata festiva di Santo Stefano.

È da dodici campionati, con le dovute eccezioni di calendario, che la Lega porta avanti la scelta con successo, supportata da sempre più consistenti dati di pubblico e incasso nei palasport, tanto da essere emulata negli anni da altri campionati sportivi, con anche il mondo del calcio che inizia a strizzare l’occhio alla possibilità di non sospendere la disputa delle gare nel periodo delle feste natalizie.

I dati registrati premiano oltremodo gli sforzi dei club di serie A e degli addetti ai lavori, che tanto si adoperano per promuovere il volley e darne visibilità, avvicinando sempre più appassionati.

Il dato di 23.458 totale di pubblico è il record assoluto di giornata in questa stagione e il secondo di sempre (sia come totale, che come dato di media) preceduto, guarda caso, dal dato di pubblico di un altro giorno di Santo Stefano, quello del 2005, al suo esordio e certamente in un periodo lontano dalla crisi economica di questi ultimi anni, che fece meglio con un totale di 23.742 di pubblico ed una media di 3392 spettatori.

È invece il dato di incasso a registrare il suo primato: nel turno festivo di ieri il totale di 176.081 euro supera di gran lunga quello di 141.822 euro del 2005, così come la media di 25.154 euro a fronte dei 20.26 del primo anno.