Rossi e Titta in ricezione
Rossi e Titta in ricezione

La Roma Volley non riesce a contrastare neanche la Kemas Lamipel Santa Croce che si impone per 3-0 al termine di una partita che ha visto la squadra giallorossa opporre resistenza nel secondo e terzo set. Nell’anticipo della 7^ giornata del girone di andata della Serie A2 maschile Credem Banca la squadra di Budani è stata sconfitta per l’ennesima volta in questa stagione e non è riuscita a invertire la tendenza, neanche l’effetto Paolucci ha sortito l’effetto sperato. Adriano Paolucci, alzatore romano, classe ’79, con oltre 20 anni di pallavolo di alto livello tra A1 e A2, è entrato proprio da questo match a parte della famiglia Roma Volley. Paolucci e Sperotto si sono alternati durante la partita, che ha visto i romani esprimere un buon gioco nel secondo e terzo set quando le due squadre si sono rincorse punto a punto, ma proprio sul finale Santa Croce ha messo in entrambe le circostanze la quinta al servizio e Roma si è fatta trovare impreparata in fase di cambiopalla. Ancora troppi gli errori per Rossi e compagni soprattutto nel primo set con battute out e un gioco falloso. Un peccato per il secondo set, chiuso dalla Roma Volley con un eloquente 71%. Rammarico nel terzo set con i romani avanti per 16-12.

Partenza contratta della Roma Volley che ha sbagliato molto in tutti i fondamentali, battuta, attacco e muro troppo lento, Santa Croce ringrazia (16-10). Poi la squadra di casa amministra il grande vantaggio e chiude sul 25-20. Nel secondo parziale le cose cambiano, Roma mette più testa e soprattutto convinzione, va avanti anche di due lunghezze (10-8), poi i toscani rientrano e capovolgono la situazione, portandosi in avanti grazie a un servizio micidiale (21-18). Roma lotta, ma deve inchinarsi per 25-22. I capitolini sono vivi e lo dimostrano nel terzo set che prende le tinte giallorosse (14-11), il gioco funziona, il cambiopalla è fluido e continuo, mentre Santa Croce sbaglia molto. Cresce il muro di Roma (16-12). Poi sul più bello ancora un black out (17-19) con un parziale negativo di 7-1, i lupi toscani mantengono il ritmo alto, dall’altra parte della rete non si riesce a controbattere e si cade ancora per 25-21.

Le dichiarazioni del tecnico Mauro Budani: “Siamo andati migliorando nel secondo e terzo set, ci manca poco, ma ho visto grossi miglioramenti in battuta, siamo stati continui, dobbiamo però evitare i black out di 1′ , dove subiamo troppo. Dobbiamo poi avere pazienza negli scambi lunghi. Peccato per quel secondo set dove in attacco siamo stati superiori, dobbiamo continuare a lavorare”.