“Questo è il secondo Premio Pietro Milita che ricevo e ancora una volta questo riconoscimento mi riempie di gioia e soddisfazione”, ha raccontato il Premio Pietro Milita 2017 Bruno Morganti, tecnico Campione d’Europa con la Nazionale Under 17 Maschile.

“L’obiettivo di un allenatore, soprattutto quando si lavora con i giovani, è di accompagnarli nel loro percorso di crescita perché un domani possano arrivare a giocare nella massima serie e nella nazionale seniores. Non dobbiamo però dimenticarci che sono ancora atleti molto giovani, rischiare di accelerare i tempi potrebbe essere totalmente dannoso per loro. Con i giovani ci vuole un lavoro metodico, costante, mirato. Ricordo tante promesse che, purtroppo, affiancate da procuratori e manager hanno provato a bruciare le tappe e sono finiti nel dimenticatoio: il mio compito, in qualità di allenatore, è di evitare situazioni simili e preservare i miei ragazzi”.

Andrea Burlandi e Luciano Cecchi, rispettivamente Presidente della FIPAV Lazio e Direttore Esecutivo dei Mondiali 2018, hanno poi consegnato il Premio Speciale a Fabio Camilli. “Sono commosso ed emozionato” ha detto il Vice Presidente della FIPAV Lazio e referente regionale per le attività di sitting volley. “Il sitting volley mi ha stregato e quotidianamente mi batto in prima linea per la crescita di questa bellissima attività paralimpica. Con Sitting Volley – Together Is Better abbiamo raggiunto il nostro obiettivo e per questo ci tengo a ringraziare tutta la pallavolo della nostra regione. Si tratta però di un primo passo, dobbiamo e possiamo fare ancora molto per questa disciplina”. Assegnato il Premio Speciale anche a Matteo Cavagnini, atleta che ha partecipato agli ultimi Europei di sitting volley di Porec, in Croazia. “Nasco come giocatore di pallacanestro, ma Fabio Camilli mi ha proposto questa sfida e l’ho subito accettata nonostante i suoi “rimproveri” sul mio bagher (sorride, ndr). Ci tengo a ringraziare il dottor Camilli per avermi fatto conoscere questa disciplina e soprattutto mia moglie, per avermi supportato e sopportato in questi anni. Senza di lei io non sarei qui e non avrei contributo alla conquista di quella storica vittoria in Croazia”.

Assegnati infine i due Premi Lazio per il contributo straordinario alla crescita della pallavolo del Lazio al Presidente della Asd Pallavolo Antrodoco Ferdinando Poscente e al Presidente del Volley Club Nepi Giuseppino Brunetti. “Siamo onorati di questo riconoscimento”, hanno dichiarato i due presidenti. “Quello che ogni giorno ci permette di affrontare le numerose difficoltà è la passione per la pallavolo, uno sport meraviglioso che promuoviamo e tramandiamo alle giovani generazioni da oltre quarant’anni”.

Intervenuto a margine della premiazione anche il Presidente della Fipav Lazio Andrea Burlandi: “Ci aspetta un anno di grande pallavolo: dai 25 anni del Volley Scuola – Trofeo Acea alla tappa dei Mondiali 2018. Ci tengo a fare un ringraziamento a Roberto Tavani della Regione Lazio, alla quale siamo molto legati, ad Acea che ancora una volta ha sposato i principi valoriali del Volley Scuola e all’Istituto per il Credito Sportivo, una banca al servizio dello sport. La pallavolo porta messaggi positivi e aver raggiungo il nostro primo obiettivo con il lancio del progetto Sitting Volley – Together Is Better ne è la dimostrazione”. Alle dichiarazioni di Burlandi si sono aggiunte quelle di Luciano Cecchi, Direttore Esecutivo dei Mondiali 2018. “Il nostro obiettivo, naturalmente, è di portare i colori dell’Italia il più in alto possibile. Questa regione ha prodotto tantissimi atleti di successo ma anche tantissimi dirigenti eccezionali ed è giusto che vengano riconosciuti attraverso queste tradizionali premiazioni”.

Articolo precedenteVolley, Premio Milita 2017 a Bruno Morganti, premi speciali a Fabio Camilli e Matteo Cavagnini
Prossimo articoloCalcio, serie B, si parte con l’anticipo Bari-Parma