Risultato e prestazione completamente diversa rispetto alla scorsa settimana per la Smi Roma Volley che viene sconfitta in casa per 3-0 dalla OmiFer Palmi capace di espugnare il terreno di Guidonia in poco più di un’ora. I romani privi di Coggiola e Recupito non hanno saputo replicare quanto di buono avevano fatto contro Napoli, un match che i calabresi hanno preso in mano fin dai primi punti, imprimendo un grande ritmo in cambiopalla e un grande efficacia in fase break. L’attacco dei romani è stato spuntato, infatti solo 38% di positività e la ricezione non ha offerto continuità, dall’altra parte della rete la musica è stata completamente diversa con il 64% e Strabawa incontenibile con 24 palloni a terra e 73% in attacco, numeri con cui si è meritato il premio del miglior giocatore. Bene anche Marinelli e l’ex Rau che al centro ha dato una spinta importante. Bisogna cambiare passo e in fretta perché giovedì nel recupero arriverà Sabaudia e un derby laziale c’è bisogno e voglia di tornare a fare punti e muovere la classifica. Le parole del centrale Federico Antonucci: “C’è da salvare poco, è stata la classica partita in cui non ti riesce niente, non abbiamo giocato di squadra, tutti abbiamo avuto la giornata no. A onor del vero Palmi ha fatto una prestazione esemplare, senza sbagliare niente. Sono stati molto bravi, ce l’aspettavamo una reazione loro dopo le dimissioni dell’allenatore. Hanno giocato tutti moto bene, il risultato è lo specchio di tante situazioni. Ora rimettiamoci sotto a lavorare, facendoci un esame di coscienza. La prendiamo come una gara che ci aiuta a riflettere, in campo dalla prossima andremo con un’altra mentalità e voglia di riscatto, già da giovedì”.

Articolo precedenteNuovo “volto” per il parco Donatella Colasanti
Prossimo articoloCircolo canottieri Roma, si avvicina il “Galeazzi”