Lazio Pallavolo
Lazio Pallavolo

Un’affollata conferenza stampa, tenutasi nel primo Coffice della Capitale di via Caio Mario una nuova realtà emergente nel campo dei coworking inaugurato per l’occasione, ha salutato l’inizio della stagione della Lazio pallavolo che affronta la nuova stagione con un rinnovato obiettivo: dare continuità alla propria tradizione e alla propria storia dando la possibilità a tanti giovani di affacciarsi al mondo del volley.
A fare gli onori di casa il vulcanico presidente Giorgio D’Arpino che ha rilanciato i progetti della società. “La voglia è quella di crescere – ha detto nel suo intervento – per riuscire finalmente a portare il volley romano ed i colori biancocelesti nel campionato di Superlega. Partiamo dal basso ma abbiamo la voglia e la capacità per arrivare in alto. Chiedo alle istituzioni cittadine e a quelle del volley un sostegno per risolvere l’atavico problema dell’impiantistica, un dramma per questa città”.

A rappresentare la SS Lazio il Presidente Antonio Buccioni: “Ricordo quando D’arpino, su mia sollecitazione, raccolse le macerie lasciate dalla Lazio che giunse, negli anni ’90, fino all’A1. I dirigenti dell’epoca sciolsero la società e fu proprio Giorgio a prenderne il testimone ripartendo con un nuovo progetto che oggi, a distanza di più di 20 anni, è ancora vivo e funzionale”.

Ha poi preso la parola Andrea Burlandi, Presidente Fipav Lazio: “L’importanza di avere società come la Lazio, che si basano sulla passione dei loro dirigenti, è un orgoglio per noi perché così si permette a tanti ragazzi di praticare il nostro sport. Mi auguro che le ambizioni di D’Arpino si concretizzino perché Roma avrebbe concretamente bisogno di una società di vertice in cui possa riconoscersi tutto il movimento”. A fargli da eco Paola Camilletti Consigliere del comitato territoriale Fipav di Roma: “La Lazio è stata la prima società per la quale sono stata tesserata, sono inoltre biancoceleste nell’anima come tutta la mia famiglia. Per questo sono e sarò sempre una tifosa di questa squadra che spero possa dare lustro a tutto il movimento del volley romano”.
Fra i tanti ospiti del mondo Lazio il Generale Coletta e Pino Capua, Presidente della commissione antidoping del Ministero della Salute, nonché grandissimo tifoso biancoceleste.
Per la squadra la Lazio Pallavolo si presenta al campionato di serie C maschile con una rosa parzialmente rinnovata. Il presidente Giorgio D’Arpino, consapevole dell’impegno richiesto dal campionato che sta per iniziare, ha voluto puntare sulla giovane allenatrice Arianna Di Vanno, proveniente dal settore giovanile della società biancoceleste, coadiuvata in panchina da Matteo Zavagnini e dalla dirigente Oliva Collaretti. La squadra composta da alcuni dei migliori giocatori della passata stagione cui ha aggiunto nuove e solide leve A guidare la squadra l’esperienza di atleti del calibro di Simone Valenti (alzatore) e Stefano Ragonesi (martello), confermati dalla scorsa stagione, degno di nota il ritorno in casa biancoceleste di Andrea Del Mastro (banda) a cui è stato affidato il ruolo di capitano, tutti giocatori che hanno militato nei campionati nazionali di B1 ed A2. Della scorsa stagione anche il libero Luca Dvojkovic, e dalle giovanili della Lazio arriva il libero Leonardo Rampino del 2001; nuovi acquisti l’alzatore Francesco D’Angeli, la banda Alessandro Carosini, i centrali Marco Polisena e Massimo Claudi, e l’opposto Riccardo Mastracchi. In prestito il giovane Nicolò de Luca nel ruolo di banda, il centrale Marco Tomasso e l’opposto Gabriele Macchi.

Articolo precedenteJudo, Frascati, Energon Esco, Mascherucci, tre titoli italiani master in un giorno
Prossimo articoloJumping Verona, alle viste il Fieracavalli