Stampa

Andrea Lucchetta, Nadia Centoni, la nazionale femminile di sitting volley e i ragazzi del Club Italia. Tutti “Volley Insieme” al Foro Italico per il terzo appuntamento del progetto itinerante vincitore del bando OSO (Ogni Sport Oltre) realizzato da Fipav in collaborazione con Fondazione Vodafone Italia. Obiettivo avvicinare il mondo della disabilità a quello dello sport attraverso la divertente e sana pratica del sitting volley. A pochi passi dal Foro Italico e a pochi minuti dal fischio di inizio del match d’apertura del Mondiale maschile Italia-Giappone, circa 800 giovanissimi tra pallavolisti, appassionati e curiosi, hanno scoperto il sitting volley divertendosi con i grandi campioni Nadia Centoni e Andrea Lucchetta ed ammirando dal vivo le splendide protagoniste della nazionale femminile di sitting reduci dal quarto posto mondiale conquistato alla prima, storica, partecipazione ad una competizione irid ata.
Dopo Napoli e Pisa, un nuovo grande successo targato Fipav e Fondazione Vodafone che ha letteralmente lasciato senza fiato anche la nuova testimonial d’eccezione, Nadia Centoni: “Il sitting volley è qualcosa di speciale e dal punto di vista tecnico, difficilissimo – ha dichiarato la grande campionessa azzurra – sono felicissima di far parte di questo progetto e pronta a dare tutta me stessa per promuoverlo. Lo sport non esclude ma include e Volley Insieme è la declinazione naturale di questo concetto trasversale che unisce due mondi apparentemente lontani: quello della disabilità e quello dei normodotati. Con Volley Insieme Fipav e Vodafone stanno promuovendo la vita”.
Al termine dello splendido pomeriggio al Foro Italico, la nazionale femminile di sitting volley ha fatto il suo ingresso in campo per assistere al match Italia-Giappone accomodandosi in parterre d’onore a sugello della grande estate azzurra del sitting volley culminata nel quarto posto mondiale.