Condividi

Calzedonia Verona vince e convince: il team scaligero si aggiudica il ventesimo derby del Veneto per 3-0, mettendo in campo una prestazione lucida e solida, senza lasciare la possibilità alla Kione Padova di esprimersi.

Calzedonia inizia il match insistendo molto sulla battuta, che limita la possibilità di attacco di Padova. Il primo break veronese arriva quasi subito (8-6), poi i gialloblu crescono in tutti i fondamentali e prendono il largo (16-10). Padova, nervosa, commette qualche errore di troppo, mentre Calzedonia continua il suo forcing ed è Manavinezhad a chiudere i conti (25-20).

Nel secondo set Verona lavora bene a muro e in difesa, Padova fatica a trovare il bandolo della matassa (17-7). I gialloblù sono solidi in tutti i reparti e Padova fatica a trovare i punti deboli degli avversari (25-16).

Verona inizia da dove aveva finito: una battuta che non permette a Padova di costruire il gioco migliore e un’eccellente correlazione muro-difesa. I bianconeri, però, non si perdono d’animo e combattono ad armi pari fino al rush finale: un ace di Jaeschke e un muro della coppia Birarelli-Manavinezhad permettono a Verona di prendere un buon vantaggio e chiudere in fretta la pratica (25-21).

Luca Spirito (Calzedonia Verona): “Abbiamo giocato con cuore e testa. Acume tattico e voglia di vincere. Abbiamo dimostrato che siamo concentrati e volgiamo raggiungere più forti che mai l’obiettivo stagionale. Non era una partita facile sulla carta. Ha fatto la differenza la nostra caparbietà negli episodi complicati e nelle piccole cose. Abbiamo sempre dato dimostrazione di forza e coesione dal servizio al binomio muro-difesa. Ora andiamo a Modena per ripeterci. Sarà difficile, gli emiliani sono sempre tosti, ma vogliamo farci trovare pronti”.
Lazar Koprivica (Kioene Padova): “E’ stata una partita molto difficile per noi, forse una di quelle che abbiamo affrontato con maggiore nervosismo. Purtroppo non siamo riusciti a girare il match a nostro favore, ma dobbiamo subito rimboccarci le maniche perché l’obiettivo rimane quello di centrare i Play Off, anche se sappiamo che ogni gara in Superlega è complicata. Mal di trasferta? Non credo proprio. Sia a Trento che stasera abbiamo trovato difficoltà, ma di recente a Modena abbiamo giocato un ottimo match”.

Classifica
Sir Safety Conad Perugia 45, Cucine Lube Civitanova 44, Azimut Modena 39, Calzedonia Verona 32, Diatec Trentino 30, Kioene Padova 26, Wixo LPR Piacenza 25, Revivre Milano 25, Bunge Ravenna 25, Gi Group Monza 18, Taiwan Excellence Latina 18, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 10, Biosì Indexa Sora 7, BCC Castellana Grotte 7.

1 incontro in meno: Calzedonia Verona, Diatec Trentino, Taiwan Excellence Latina, BCC Castellana Grotte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here