Serviva un successo per blindare il primato e gli azzurrini di Vincenzo Fanizza si sono fatti trovare pronti nell’ultima gara della pool B, superando l’Iran 3-1 (25-16, 25-18, 24-26, 25-11). Agli ottavi di finale, in programma martedì alle ore 11, la formazione tricolore affronterà una tra Bielorussia e Taipei. Quest’ultima occupa attualmente la quarta posizione nella pool A, ma la gara di sta sera contro il Brasile (ore 20.30) potrebbe dargli la possibilità di superare la Bielorussia e chiudere al terzo posto.
Grazie ai tre punti di oggi, l’Italia ha chiuso il girone da imbattuta, con quattro vittorie e undici punti davanti alla Repubblica Ceca seconda e all’Iran terzo. La quarta formazione qualificata agli ottavi è la Bulgaria, squadra che era riuscita ad impensierire maggiormente la formazione tricolore, cedendo solo al tie-break nella prima sfida. La Colombia, invece, parteciperà agli spareggi 17°-20° posto.
Nella gara di questo pomeriggio, gli azzurrini hanno dimostrato grande caparbietà nel voler raggiungere un primo posto nel girone che dà prestigio al cammino fatto fin qui e che permette di affrontare gli ottavi di finale con un abbinamento almeno sulla carta più favorevole, ma soprattutto con il morale molto alto.
A livello individuale, altra grande prestazione fornita dall’opposto Tommaso Stefani, top scorer del match con 22 punti.

Per la gara di oggi, il Ct Vincenzo Fanizza si è affidato al sestetto composto da Porro in palleggio, Stefani opposto, Cianciotta e Gianotti al centro, Michieletto e Rinaldi schiacciatori e Catania come libero.
Partenza completamente a trazione tricolore, con gli azzurrini in grado di allungare sensibilmente dopo il primo tempo tecnico (21-14) e di conservare il vantaggio fino al (25-16) grazie ad una buona gestione.
Secondo set sulla stessa linea del primo, con gli azzurrini che si sono dimostrati ancora una volta superiori in tutti i fondamentali e soprattutto con il solito muro ben organizzato (16-7 il confronto finale) sono riusciti a contenere al meglio gli attacchi avversari. Anche qui, il (25-18) finale è stato il frutto di una buona gestione.
Nel terzo set è venuta fuori la formazione iraniana, che dopo esser riuscita a rimanere a contatto per tutto il parziale (16-15), ha trovato un prezioso +2 sul (19-21), riuscendo a chiudere avanti (24-26).
La sconfitta nel terzo, però, non ha disunito gli azzurrini, che hanno avuto la forza di rimanere concentrati, scendendo in campo con la giusta grinta nel quarto set, dove hanno condotto dall’inizio alla fine (16-9), guadagnandosi vittoria finale e primato nel girone (25-11).