La Confederazione Europea ha ufficializzato i giorni gara della 1a fase del Campionato Europeo Femminile,in programma dal 23 agosto all’8 settembre 2019.
Le azzurre di Davide Mazzanti esordiranno a Lodz (Pool B) il 23 agosto contro il Portogallo e poi affronteranno nell’ordine: 25/8 Ucraina, 26/8 Belgio, 27/8 Slovenia e 29/8 Polonia.
Gli orari di gioco verranno comunicati nelle prossime settimane.

La rassegna continentale si presenta con una formula rinnovata a 24 squadre, suddivise nella prima fase in quattro pool che si svolgeranno in altrettanti paesi: Polonia, Ungheria, Slovacchia e Turchia, con quest’ultima che sarà anche sede delle Finali.

La formula della rassegna continentale
La prima fase (23-29 agosto) vedrà scendere in campo le 24 nazionali con la formula del round robin: ogni formazione disputerà 5 partite per un totale di 60 incontri. Le ultime due classificate di ciascun girone verranno eliminate, le prime quattro (totale 16) avanzeranno alla fase ad eliminazione diretta che non prevede più, come in precedenza, eventuali spareggi e/o passaggi diretti ai quarti.

La composizione completa dei gironi

Pool A (Turchia, Ankara): Turchia, Serbia, Bulgaria, Francia, Finlandia, Grecia.

Pool B (Polonia, Lodz): Polonia, Italia, Belgio, Ucraina, Portogallo, Slovenia.

Pool C (Ungheria, Budapest): Ungheria, Olanda, Croazia, Azerbaijan, Romania, Estonia.

Pool D (Slovacchia, Bratislava): Slovacchia, Russia, Germania, Bielorussia, Spagna, Svizzera.

Nel caso in cui le quattro nazioni ospitanti si qualificheranno agli ottavi di finale giocheranno in casa. I quarti di finale (4 settembre) verranno disputati in Polonia e Turchia, con quest’ultima che ospiterà ad Ankara semifinali e finali (7 e 8 settembre).
La squadra vincitrice del quarto di finale disputato in Ungheria si sposterà Turchia, mentre dalla Slovacchia alla Polonia.

Il commento del commissario tecnico Davide Mazzanti: “Siamo stati inseriti nel girone B, dove sulla carta le avversarie più insidiose sono Polonia e Belgio. Durante l’estate avremo la possibilità di conoscere meglio entrambe queste formazioni, infatti la squadra polacca sarà nostra avversaria nella Volleyball Nations League, così come il Belgio che oltretutto fa parte del nostro girone di qualificazione alle Olimpiadi.
Le altre squadre, invece, dovremo studiarle nel corso nel corso della stagione, anche se nessuna va sottovaluta. Guardando oltre la prima fase, l’accoppiamento negli ottavi sarà con il girone D e quindi i nomi che spiccano sono Russia e Germania.
Bisognerà prepararsi al meglio perché l’Europeo è sempre una manifestazione di alto livello e tutte le partecipanti danno sempre il loro meglio per andare avanti”.