Una partita di cuore, grinta e determinazione. Ce l’ha messa tutta l’Acqua & Sapone Roma per conquistare punti e battere la capolista LPM Bam Mondovì, che è passata al PalaDiFiore per 3-1. Nella prima giornata di ritorno della serie A2 femminile la Roma Volley Group ha lottato e ha messo coraggio, un pizzico di rammarico nel primo set quando nella parte finale non ha sfruttato il set point sul 24-23, nel terzo la grande spinta al servizio che ha messo in difficoltà il gioco avversario. Nel quarto Roma non ha saputo replicare, mentre Mondovì è tornata a carburare e alzare il ritmo. Qualche errore di troppo nei momenti clou che hanno ridato linfa e spinta alle avversarie. È andata vicino al colpaccio la squadra della Capitale, ben 16 i muri messi a segno. Zanette è stata una vera spina nel fianco con 22 palloni messi a terra.

Una delle migliori in campo Cecilia Oggioni, che ha giocato al posto di Negretti dal primo punto come libero. “Avremmo potuto fare qualcosa in più nel secondo, abbiamo giocato contro una grande squadra. Sono contenta della reazione della squadra, ci abbiamo provato fino alla fine contro una grande. Riusciamo a esprime il meglio con le grandi, la nostra è una formazione che può dare tanto, lo abbiamo dimostrato e lo dimostreremo. Sulla mia partita sono contenta, ho avuto il sostegno della squadra, io sono qui per dare il massimo”.

Inizio molto equilibrato con le due squadre che si equivalgono e si rincorrono, punto su punto fino al 18-18, poi Roma prende l’iniziativa e si porta avanti fino al 24-23, ma Mondovì torna sotto con Zanette e Midriano, rimonta e ai vantaggi chiude sul 27-25. Nel secondo set Roma entra molto contratta e non riesce a esprimersi, Mondovì va a mille in battuta e fase break. Le romane calano e non riescono a impostare così le piemontesi allungano e chiudono senza alcuna difficoltà sul 25-16. Nel terzo set l’inerzia della partita cambia incredibilmente con Roma che fa la voce grossa al servizio, spinge in fase break, Mondovì subisce in ricezione e nella costruzione del gioco, si va dal 7-0 in avanti senza paura, la LPM subisce e cade sul 25-16. Quarto set bellissimo, giocato punto su punto con le due squadre che se le sono date di santa ragione, Mondovì prende un vantaggio sul 18-15, ma Roma c’è. Si va sul 23-21, Zanette spinge fino al 25-22