Europa league
“I tifosi della Lazio non cadano in provocazioni, vinca lo sport”

Intervenuto ai microfoni di Radiosei (98.100), nella trasmissione “Quelli che hanno portato il calcio a Roma”, il direttore del Corriere dello Sport e del nuovo  Guerin Sportivo Alessandro Vocalelli ha parlato della stagione biancoceleste: «La Lazio si gioca tutta la stagione, perché lo possiamo dire chiaramente: al 10 marzo è una stagione fallimentare se mettiamo da parte l’Europa League. Una squadra che a una decina di partite dalla fine del campionato non ha più nulla da chiedere è il massimo di quello che non dovrebbe accadere e vuol dire che è stato un anno buttato. Si può cercare di ribaltare la situazione, ma penso che per renderla una stagione positiva bisognerebbe raggiungere la finale di Europa League. Non i quarti, né la semifinale, quindi già da stasera mi aspetto una Lazio europea, che ha delle qualità e il grande rimpianto di una squadra che ha dei valori e se fosse stata rinforzata in estate e a gennaio probabilmente si sarebbe tolta delle soddisfazioni».

Vocalelli si è poi soffermato sulla gestione Lotito: «Un imprenditore e parlo del presidente, capisce quando è il momento di rischiare. Se non vuole farlo per passione può farlo per definizione del ruolo di imprenditore che capisce che se può fare una spesa che si trasforma in un investimento, la fa. Quest’anno è stata la negazione e della passione e del senso di impresa».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here