Escandalo, l’M37 di Tommaso di Blasi e Loretta Penello, ha vinto l’edizione 2020 de La Duecento, classico appuntamento dell’altura adriatica organizzato dal Circolo Nautico Santa Margherita, già ideatore di altri eventi di prestigio come La Cinquecento.

A bordo un equipaggio di livello, composto tra gli altri dall’olimpionico Lorenzo Bodini e da Sergio Caramel, skipper del Melges 24 Arkanoé by Montura e già campione europeo Sportboats.

La regata, accompagnata prevalentemente dal vento leggero e poi da Bora, pioggia e mare mosso, è stata molto tattica a causa delle oscillazioni del vento e continui sono stati i cambi di posizione, come racconta la classifica finale, dove Escandalo ha anticipato Seven J Seven di soli 2 minuti e 21 secondi dopo oltre 25 ore di navigazione. In terza posizione Keira, finita dopo la correzione dei tempi a 16 minuti e 50 secondi dal vincitore.

“E’ stata la mia prima regata sull’M37 Escandalo. Oltre a me in barca c’erano gli armatori con il figlio, Lorenzo Bodini, Daniele Augusti e Marco Furlan. Da subito abbiamo raggiunto un feeling elevato e tutto è girato bene anche nei momenti difficili – spiega Sergio Caramel – Per tutta la regata mi sono alternato al timone con Bodini, facendo la randa quando timonava lui. A parte alcune ore di vento teso, abbiamo trovato condizioni leggere, non favorevoli alla barca, per cui abbiamo dovuto lavorare duramente per rimanere vicini agli avversari più leggeri e veloci di noi. tenere alta la concentrazione non è stato facile, ma ognuno ha fatto il proprio lavoro egregiamente, per cui la vittoria overall rappresenta a pieno la nostra prestazione. Ringrazio gli armatori per la bella opportunità e i grandi professionisti che ho avuto accanto da cui è sempre bello imparare cose nuove”.

Sergio Caramel ritroverà l’equipaggio dell’Arkanoé Sailing Team già nelle prossime ore: da venerdì infatti saranno di scena a Torbole, tra le boe del Campionato Italiano Melges 24, evento che si concluderà domenica.