È la Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini ad aggiudicarsi il titolo italiano della 28esima edizione del Campionato Italiano Este24, a seguire sul podio tricolore, con il secondo posto, Ricca D’Este 37 di Marco Flemma e al terzo, Est’è mia di Paolo Brinati.

Emozione e tanta soddisfazione negli occhi dei velisti sul podio che hanno affrontato quattro prove impegnative in questi giorni di regate, la gioia di aver conquistato il titolo con grinta e grande forza di volontà.

“Non ci avrei mai creduto eppure a 66 anni ho portato a casa il titolo italiano – dichiara Roberto Ugolini l’armatore di La Poderosa 2.0 dopo aver alzato la coppa – Sono oltre quaranta anni che vado per mare e questa è la più grande soddisfazione velica della mia vita. Come sempre il merito va a tutto l’equipaggio, il merito va a tutti loro, al nostro gioco di squadra”.

È stato un peccato non aver potuto fare un numero maggiore di regate perché il posto è splendido e meritava più prove – Marco Flemma Armatore di Ricca D’Este 37 – purtroppo i problemi tecnici che ci hanno accompagnato ci hanno fatto chiudere questo campionato al secondo posto, ma sono contento perché il mio avversario preferito è La Poderosa 2.0 e sono contento per loro”.

“Un’esperienza salernitana che portiamo a casa con soddisfazione – dichiara Paolo Brinati Segretario della Classe Este24 ed armatore di Est’é Mia – grazie all’ospitalità del Club Velico Salernitano e al Comitato di regata che ha gestito un campo non semplice con raffiche importanti. Abbiamo fatto regate tecniche e combattute. Come Est’é mia, sono contento del risultato e di aver riportato in barca mia moglie dopo cinque anni. Ho trascorso bellissime giornate con tutta la famiglia a Salerno coronate dal podio dell’italiano, non si poteva chiedere di meglio”.

Due i Premi speciali che il Club velico Salernitano ha voluto assegnare oltre ai primi tre classificati, si tratta del “Trofeo Daria D’Aragona” per l’equipaggio con la più alta presenza femminile a bordo e il “Trofeo Francesco Barra”, per premiare l’imbarcazione con l’equipaggio più giovane, per promuovere la vela tra i ragazzi.
Ad aggiudicarsi il “Trofeo Daria D’Aragona” è stata Ricca D’Este27, grazie all’equipaggio composto dall’armatore Jacopo Pasanisi e i ragazzi: Federica Daniele, Mauro Grassi, Ilaria Barchetta, Federica Mauro ed Eleonora Mazzoni. Il “Trofeo Francesco Barra” invece, è stato assegnato a La Poderosa Planet Power dell’armatore Giuseppe Romano e l’equipaggio composto da: Assunta De Stefano di anni 16, Francesco Citera di 13 anni, Raffaele Fasanaro di anni 16, Roberta Cartolano di anni 17 e Serena Schettini di anni 15.

Anche per la terza giornata è stato un campo di regata difficile, a causa dei tanti giri di vento e delle raffiche a 18 nodi, condizioni che hanno caratterizzato il Campionato Italiano Este24, in questa tre giorni. Quattro prove impegnative che hanno regalato un vero e proprio spettacolo velico nel Golfo di Salerno, una battaglia, che i 21 equipaggi della flotta hanno combattuto, fino all’ultimo secondo, a suon di scelte tattiche e di un pizzico di fortuna.

Articolo precedenteMedaglie olimpiche azzurre protagoniste agli Assoluti, agli under 19 e al Pararowing-FISDIR
Prossimo articoloArrampicata, Flohé è il re di Bressanone