Due giornate molto faticose per gli equipaggi, vento dal secondo quadrante che oscillava con raffiche fino a venti nodi e onda, per dirla in soldoni, una giornata maschia. Equipaggi agguerriti sulla linea di partenza, c’è da segnalare la new entry nella flotta dell’Armatore Enrico De Crescenzo coadiuvato da una vecchia conoscenza del circuito, Luca Tubaro, già protagonista nella flotta e vincitore di un titolo italiano. Una serie di testa a testa con il ritorno di RiDeCoSì2 del Presidente della Classe Alessandro Maria Rinaldi.

La prima giornata ha visto così alternarsi sul gradino più alto del podio Marco Flemma su Ricca D’Este37 e RiDeCoSì2 di Rinaldi. Nella seconda giornata il vento ha fatto un pò il pazzerello, previsto girare a destra, non si è fatto attendere con delle scodinzolate a sinistra per metter in difficoltà tutti gli equipaggi presenti a Santa Marinella per il penultimo evento del circuito. Il day 2 sembra la fotocopia della prima giornata con qualche cambio di rotta e di posizioni, soprattutto nella terza prova di giornata, quando la rotazione e l’aumentare del vento ha permesso a Ricca D’Este37 di vincere la tappa e mettere una seria ipoteca sulla vittoria finale del circuito, ancora non matematicamente definito, ma con dei numeri “confortanti” per la compagine guidata dalla coppia Flemma-Chiattelli, il secondo in gran spolvero nel ruolo di tattico.

“Siamo molto felici per questo risultato – sono la parole di Marco Flemma, timoniere e armatore di Ricca D’Este 37 – devo ringraziare i ragazzi che hanno regatato alla grande, Federico Chiattelli che in questa due giorni è stato sempre in fase col vento e con le scelte tattiche.

“Sono state sei bellissime regate – sono le parole di Alessandro M. Rinaldi, timoniere armatore di RiDeCoSì2 – è bello tornare in acqua con questo entusiasmo e con queste condizioni così impegnative sia sotto il profilo tecnico che tattico. Ottimo lavoro anche del Comitato di Regata, come sempre, lo spirito e il tasso tecnico della classe è ad alti livelli, infine un benvenuto al consocio C.C. Aniene Enrico De Crescenzo, che ha scelto di venire sui nostri monotipi dopo la sua grande esperienza nelle regate Offshore , insieme a Luca Tubaro ex campione nazionale della Classe E24.

“Santa Marinella e la classe Este24 ha ritrovato nuovi armatori, grazie alle regate in monotipo che si trasformano sempre in battaglie all’ultimo bordo nel più sano agonismo e rispetto delle regole – sono le parole di Roberto Ugolini, armatore timoniere di La Poderosa 2.0 – questo è un fatto positivo. Ricca D’Este37, quest’anno ha una marcia in più, seguito alla pari da RiDeCoSì2. Tecnicamente, Santa Marinella è un campo di regata che non delude, dopo tanti anni, nulla è scontato, condizioni diverse, rotazioni, pressioni, nulla è scontato, ci siamo divertiti molto. Noi siamo molto felici di poter essere in questo gruppo, siamo leggermente dietro ma ce la giochiamo alla grande. La classe è divertente e vivissima, ben tornato a Luca Tubaro e al suo armatore Enrico De Crescenzo. Voglio ringraziare Paolo Brinati, per il grande lavoro che fa per la classe, un vero motore per tutti, anche sotto il profilo della sicurezza, una garanzia per tutti.” Appuntamento a Santa Marinella, il 16 e 17 ottobre per la tappa conclusiva del Circuito Nazionale Este24 2021.