Ha preso il via a Riva del Garda la 39° edizione del Meeting del Garda Optimist, evento iconico per il mondo della vela giovanile e che, nonostante il momento difficile ancora dettato dalla pandemia, ha richiamato sul Garda oltre seicento velisti da più di venti Nazioni.

Le regate hanno preso il via in condizioni di Ora leggera che hanno impegnato i partecipanti, divisi in quattro batterie per gli Juniores e in un’unica flotta per i più giovani Cadetti, in due regate.

Ad imporsi nell’affollata flotta Juniores è stato il portacolori della Lega Navale di Ostia Quan Adriano Cardi che, con due vittorie consecutive nella divisione blu, si è garantito la leadership provvisoria nel ranking generale, lasciandosi alle spalle l’atleta “di casa” Alex Demurtas, che nella flotta verde ha chiuso le prove di oggi al terzo e primo posto, e Alessandro Maria Ricci (6-1 nella flotta rossa), terzo overall.

Dopo la top-three tutta Italiana, troviamo in classifica David Plettner, portacolori tedesco del BYC (2-5 nella flotta verde) e la Svedese Selma Hard (2-7 nella flotta gialla), prima nel ranking femminile.

E’ una ragazza a regolare la classifica dei più giovani Cadetti: l’atleta della Fraglia Vela Malcesine Irene Faini ha dettato il suo ritmo a tutta la flotta con un primo e un secondo posto. E’ seguita nel ranking da Jesper Karslen del Circolo Vela Toscolano Maderno (2-7), secondo a pari punti con Marco Aloisi del Circolo Nautico Brenzone (4-5). Chiudono la top-five Artur Brighenti (7-3) ed il Fragliotto Andrea Demurtas, vincitore della seconda prova di ieri (11-1).