Prima vittoria in campionato per lo United Volley Pomezia. La squadra del presidente Gianni Viglietti, al secondo impegno ufficiale di serie B1 femminile, ha ottenuto il suo primo successo stagionale grazie al rotondo 3-0 interno sulle pugliesi del Castellanagrotte. “Loro sono una squadra giovane e probabilmente ancora in fase di rodaggio – commenta la schiacciatrice classe 1994 Elena Bigioni, ritratta nella foto di Fabio Angelini – Ma la partita è stata abbastanza combattuta, poi in certe situazioni ha pesato la nostra maggiore esperienza. Ci tenevamo particolarmente a fare bene dopo la sconfitta d’esordio rimediata a Messina, quindi siamo entrate in campo molto cariche e determinate. Nel secondo set abbiamo avuto qualche problema in più, ma alla fine siamo riuscite a spuntarla con determinazione e autorevolezza”. La Bigioni è uno degli elementi “storici” del gruppo pometino: “Sono qui da quattro anni, ovvero da quando è iniziato il percorso di questo club. Mi trovo benissimo sia con la società che col gruppo e non c’è stato alcun dubbio sulla mia permanenza in estate. La squadra ha subito qualche modifica rispetto al passato, a mio modo di vedere il club si è mosso bene e ha rinforzato l’organico, ma non voglio parlare di obiettivi o fare paragoni con la scorsa stagione quando arrivammo a un passo dai play off. Posso dire solo che ci aspettiamo di fare buone cose, ma dobbiamo ragionare partita dopo partita. Il girone del sud è più complicato, già l’ho fatto in passato e ogni partita è una battaglia, inoltre anche a livello logistico ci sono delle difficoltà in più, ma siamo pronte ad affrontarle”.

Alla guida dello United Volley Pomezia c’è anche il neo coach Gianluca Lacasella: “Faceva già parte dello staff l’anno scorso, ci conosceva e il gruppo aveva già tanta fiducia nei suoi confronti. E’ arrivato con idee innovative e stiamo cercando di assimilarle, pian piano troveremo una quadratura”. Nel prossimo turno lo United Volley Pomezia si esibirà ancora tra le mura amiche: “Giocheremo con le siciliane di Terrasini che hanno giocato e vinto al tie break l’unica partita disputata. Noi, però, vogliamo sfruttare il calore e la spinta del nostro palazzetto e cercare di sfoderare una bella prestazione davanti ai nostri tifosi”.

Articolo precedentePiedi del podio per Avbelj, al debutto comasco
Prossimo articoloUn Como d’altri tempi proietta Liburdi al futuro