Si è concluso all’insegna degli equilibri espressi nella prima parte di stagione, il Rally 1000 Miglia di Giacomo Scattolon. Il pilota pavese, portacolori di Aci Team Italia, ha concluso il penultimo appuntamento del Campionato Italiano Assoluto Rally in nona posizione assoluta, garantendosi tuttavia il terzo gradino del podio del “Tricolore Promozione”, risultato che rispecchia fedelmente anche la posizione relativa alla classifica provvisoria della serie, ad una sola manche dalla conclusione del confronto. Al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo equipaggiata con pneumatici Pirelli e messa a disposizione da Erreffe Rally Team, il driver rappresentante della scuderia Movisport si è visto costretto ad una condotta aggressiva nella fase centrale di gara, condivisa con il copilota Giovanni Bernacchini.

Una strategia, quella messa in atto dall’equipaggio, legata ad una scelta di gomme che ha condizionato l’intera gara, rivelatasi tutt’altro che congeniale alle condizioni di fondo espresse dalle prove speciali bresciane, caratterizzate da asfalto bagnato nella fase iniziale di gara e da fondo asciutto in quella conclusiva. A “pesare” sulla classifica, successivamente, sono state le precipitazioni che hanno interessato l’asfalto del tratto più lungo, la “Pertiche” di ventisei chilometri, affrontata con coperture non adeguate.

“All’avvio, avevamo adottato una scelta di gomma pensando alle condizioni che potevamo incontrare nella prova più lunga, particolare che si è rivelato limitante. Il prosieguo di gara è stato ancora condizionato da scelte di mescola sbagliate e da alcune, conseguenti, mie sbavature. Non è certo questo il risultato che ci eravamo prefissati ma siamo comunque riusciti a conquistare punti per il campionato, nostro obiettivo finale, contesto che ci vede soddisfatti. Ringrazio il team che, come sempre, lavora in modo impeccabile”.

L’appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Assoluto Rally avrà come “teatro” il 40° Rally Due Valli. La splendida cornice di Verona farà da sfondo ad una gara che si preannuncia combattuta sino all’ultimo chilometro. Saranno le undici prove speciali previste – per un totale chilometrico di centoventi chilometri – ad assegnare le posizioni del podio finale: un palcoscenico che garantirà a Giacomo Scattolon la possibilità di archiviare con soddisfazione una stagione sportiva densa di “acuti”.

Articolo precedenteBetFlag, in porta l’ex Radu in cerca di riscatto contro l’Inter
Prossimo articoloLivorno, la Terrazza Mascagni teatro della Cavalleria rusticana