Si allarga la rosa dei candidati al Trofeo N5 Italia ed in vista del primo appuntamento, il Rally di Sanremo previsto per i giorni 8 e 9 Aprile, a gettare un ulteriore guanto della sfida sarà Fabrizio Paris, al via su una Ford Fiesta N5 di Power Brothers.

Il pilota di Limana, reduce da un 2021 vissuto nella classe regina in vari appuntamenti del Triveneto, tra i quali spicca l’ottavo assoluto siglato sulle strade di casa del suo Bellunese, sarà della partita per tutti e sei gli appuntamenti di campionato, confidando nell’esperienza dei fratelli Colonna, uno dei massimi punti di riferimento in Italia per la preparazione di vetture N5.

Al suo fianco, così come al Piancavallo dello scorso anno, ci sarà Lorenzo Micheletto.

“È da un po’ di tempo che seguiamo l’evoluzione del progetto di N5 Italia” – racconta Paris – “ed è davvero un peccato che non ci sia stata ancora quella risposta che ci si aspettava. Dopo aver ripreso a correre lo scorso anno, ero fermo dal 2017, ho provato la Skoda Fabia R5 ed abbiamo ottenuto qualche riscontro interessante anche se sappiamo bene che per andare forte con quelle vetture, un po’ come con tutte, bisogna starci su tanto. Per il 2022 abbiamo deciso di cambiare e di provare a lottare per qualcosa di più, per un campionato e non solo per la singola gara. Eccoci quindi pronti al via del Rally di Sanremo, prima prova del Trofeo N5 Italia. Sarà tutto nuovo per noi perchè proveremo la Ford Fiesta N5 di Power Brothers, per la prima volta, allo shakedown. Siamo certi che l’esperienza dei fratelli Colonna, su queste vetture, potrà aiutarci ad essere competitivi. Ammetto di partire un po’ abbattuto perchè, stando alle voci della vigilia, saremo solo in tre a giocarci questo primo appuntamento di campionato. Credo che per le prossime gare su terra e specialmente per Roma, bisognerebbe dare uno slancio alla serie.”

Assente di lusso Piergiorgio Bedini, per impegni personali, la lotta per il primo round si stringerà quindi ad un Paris che dovrà fare i conti con Riccardo Rigo, compagno di team sulla Citroen DS3 N5 targata Power Brothers, e con Pietro Porro, sulla Toyota Yaris N5 di Tecnica Bertino.

Un programma, quello del limanese neo iscritto, che si allargherà, con molta probabilità, anche al Trofeo Open N5, sfruttando un regolamento che gli consentirà di competere per entrambi.

“Oltre alle sei del campionato maggiore” – aggiunge Paris – “abbiamo previsto un paio di puntatine extra perchè ci fanno gola anche i premi del Trofeo Open N5. Vogliamo fare bene.”

Mentre nel calderone di N5 Italia bolle il nome di un figlio d’arte già iscritto alla serie primaria, non in lizza al Sanremo, l’attenzione rimarrà alta anche in occasione di un Rally Città di Foligno che vedrà Emanuele Silvestri in lizza per il titolo di categoria nel challenge Raceday Rally Terra ed un Roberto Camporese deciso a rafforzare la propria leadership nel Trofeo Open N5.

Articolo precedenteCoppa del Mondo ISSF, Perù Scocchetti e Simeone coppia d’oro nello skeet
Prossimo articoloCalcio, Jeda: “Napoli favorito per lo scudetto”