Rimini 21 settembre 2018 Trofeo CONI. © foto di Simone Ferraro
Rimini 21 settembre 2018 Trofeo CONI. © foto di Simone Ferraro

L’Emilia Romagna guarda tutti dall’alto. Dopo la prima giornata di gare, il fattore campo svolge un ruolo determinante nel 5° Trofeo CONI Kinder+Sport in corso a Rimini e in 12 Comuni limitrofi. La delegazione emiliana, giocando (non soltanto letteralmente) in casa, guida la classifica provvisoria con 97 punti davanti alla Toscana (85 punti), con la Puglia (83 punti) a completare il podio virtuale (ma ai fini della classifica conteranno i migliori 10 risultati ottenuti) di una gara serrata ed ancora incerta tra le 21 delegazioni delle Regioni e delle Province autonome che si sono date appuntamento a Rimini con l’obiettivo di strappare lo scettro alla Lombardia, vincitrice della passata edizione di quella che è una sorta di miniolimpiade italiana dedicata ai giovani atleti tra i 10 e i 14 anni (foto Simone Ferraro).
Dopo la spettacolare cerimonia di apertura di ieri svoltasi nella suggestiva cornice del Ponte di Tiberio, a cui hanno partecipato i vertici dello sport nazionale, a partire dal Presidente del CONI, Giovanni Malagò, e regionale con il Presidente del CONI Emilia Romagna, Umberto Suprani,, alcuni degli azzurri più ‘grandi’ come la campionessa del karate Sara Cardin che oggi ha tifato per gli atleti in erba assieme ad alcuni degli azzurri che voleranno ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires, capitanati dal portabandiera Davide Di Veroli.