Lo slalom si conferma sempre più uno dei terreni di caccia più produttivi per Funny Team, reduce da un fine settimana ricco di risultati prestigiosi.

Sabato e Domenica scorsi è andata in scena la seconda edizione dello Slalom Trieste e la scuderia con base ad Abano Terme si presentava al via con due portacolori, ad iniziare dal segretario Nicola Dal Ben che, sulla Citroen Saxo in versione gruppo N, è salito sul gradino più alto del podio in classe N1600 nonché terzo nella classifica generale del produzione.

Ottimo il risultato per il pilota di Cadoneghe, in costante sviluppo con la vettura transalpina.

“Gara molto bella e con una strada fantastica” – racconta Dal Ben – “sulla quale ho combattuto tutto il giorno, alla ricerca di un assetto performante. Sono soddisfatto di questo risultato perchè questa gara, seppur nuova, ha alle sue spalle una storia importante. Siamo ancora in fase di sviluppo ma va bene così. Grazie a tutti i partners che credono in me, alla scuderia Funny Team ed in particolare al presidente Flavio. Grazie anche a tutti gli amici che mi seguono.”

Da un successo all’altro con Elisa Serafin, in gara con una seconda Citroen Saxo in versione Racing Start, che si è ben destreggiata tra le birillate triestine, ponendo la propria firma sul femminile ed aggiungendo sia il secondo in classe RS16P che il terzo in gruppo RSP.

Un bilancio più che positivo per la pilota di Chiarano, in costante progressione in questo 2022.


“La nostra Saxo si è comportata bene” – racconta Serafin – “anche se abbiamo accusato un problema meccanico che non ci ha permesso di migliorare dopo la prima manche. Era il mio secondo slalom ed ho trovato un percorso non dei più semplici, abbastanza veloce. Sono soddisfatta del risultato ma il margine è ancora molto ampio e si può fare decisamente meglio. Grazie a Nicola, punto di riferimento sia per la guida che per il supporto tecnico alla mia vettura. Grazie a Debora ed al Mauri che ci seguivano in diretta, dandoci il loro sostegno.”

Dall’estremo est verso l’opposto, passando ad uno Slalom Chiavari – Leivi che, negli stessi giorni, ha visto impegnato un consistente Franco Quintarelli, al volante della consueta Fiat 127.

Il pilota di Negrar è riuscito a dimostrarsi più forte delle ultime disavventure patite, collezionando la vittoria in classe S3, il quinto in gruppo S ed il ventiquattresimo assoluto.


“Ultima gara dell’anno per me” – racconta Quintarelli – “e devo dire che è andata molto bene. Il tracciato si è rivelato particolarmente bello e tecnico, vissuto in una stupenda giornata, assieme a tanti amici che non vedevo da molto tempo. Dopo le ultime problematiche la nostra auto è stata perfetta, permettendomi di spingere al massimo, ed infatti è arrivata una bella vittoria di classe ed un ventiquattresimo assoluto significativo. Grazie ai miei meccanici Ale, Domenico e Marco che, questa volta, mancavano ma è ritornato Bolla. Grazie alla scuderia Funny Team.”

Articolo precedenteFx Italian series a Babuin, Bolzoni e Marchesini
Prossimo articoloIl sogno, da terzo assoluto, di Lovisetto