Laura Siddall
Laura Siddall

La prima storica edizione di Challenge Roma 753, prova di triathlon internazionale del prestigioso circuito Challenge Family, incorona il fuoriclasse svizzero Sven Riederer (tempo 2:55:05) e la britannica Laura Siddall (tempo 3:20:11) sul trono della Città Eterna. Fantastica prova per l’italiano del Centro Sportivo Carabinieri Giulio Molinari (tempo 2:56:12) che chiude al secondo posto dopo aver lottato fianco a fianco con la medaglia di bronzo delle Olimpiadi di Atene. Al terzo posto nella posto nella prova maschile il neozelandese Dylan McNeice (tempo 2:58:16). Tra le donne seconda la belga Sofie Goos (tempo 3:24:29), terza l’ungherese del Forhans Team Erika Csomor (3:27:04).

“È la mia prima prova del Challenge e aver esordito a Roma vincendo è meraviglioso – ha detto Sven Riederer all’arrivo – una gara bellissimo su un percorso fantastico, molto veloce e tecnico ma soprattutto con un fascino speciale. Nuotare nel cuore della Capitale d’Italia è qualcosa di unico per il nostro sport. Con Molinari è stata una bella battaglia, soprattutto nella frazione di bike. È andato davvero forte”.

Entusiasta anche Laura Siddall: “Che emozione gareggiare in una città magica come Roma, è stata una gara molto tecnica, soprattutto nel percorso bike. Mi sono divertita moltissimo oggi. È stato un peccato non esser passati davanti al Colosseo ma abbiamo compreso tutti i motivi di sicurezza. Magari ci riusciremo il prossimo anno”.

“Mi sono divertito tantissimo a lottare con un campione come Sven – ha detto Giulio Molinari – gareggiare a Roma per me ha un sapore particolare, qui sono diventato professionista con il gruppo sportivo dei Carabinieri 10 anni fa. Ci tenevo a vincere ma sono felice di aver tenuto testa a un medagliato olimpico. Poi la Capitale è speciale, il Challenge Roma 753 deve diventare un punto di riferimento del circuito della Challenge Family, un percorso bello, suggestivo, velocissimo e fluido soprattutto nella frazione di bike. Poi nuotare nel laghetto dell’Eur mi è piaciuto moltissimo. Con l’impegno di tutti, organizzazione, Federazione e Challenge Family è possibile”.

La prima edizione di Challenge Roma 753 ha contato 243 partenti e dal punto di vista tecnico si è rivelata una gara di alto profilo competitivo. Velocissimo il percorso disputato su distanza atipica, in omaggio alla data di fondazione della città di Roma nel 753 A.C., con 1.753 metri per la frazione di nuoto nel Laghetto dell’Eur, 75.300 metri di ciclismo dalla via del Mare fino alla Piramide Cestia per poi far ritorno nelle vie del quartiere Eur ripetuti due volte e 17.530 metri di corsa suddivisa in multilap di 4 giri nelle strade limitrofe al Laghetto.

Gianluca Calfapietra, presidente del Forhans Team e organizzatore di Challenge Roma 753: “La nostra vittoria è nella risposta degli atleti che hanno partecipato, nella loro emozione all’arrivo e nel loro entusiasmo nel raccontare la gara che hanno disputato. Speriamo che questa possa diventare la prima tappa di un lungo percorso, ci vediamo nel 2018”.

Articolo precedenteFinswimming, The World Games, Wroclaw, Russia strikes back
Prossimo articoloAtletica, Campionati Europei under 20, Grosseto, Italia sugli scudi