Matteo Grattarola in trionfo a San Gemini nella TR1-Internazionale

La splendida cornice di San Gemini ed un pubblico delle grandi occasioni, intervenuto in gran numero sin dalle qualifiche del sabato, hanno caratterizzato il primo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Trial 2019. In un percorso tecnico e particolarmente selettivo studiato con competenza e passione dal Moto Club Racing Terni, il Round 1 ha riservato gradite sorprese ed imprescindibili conferme. Nella top class TR1-Internazionale si è registrata l’ennesima affermazione del pluri-Campione italiano Matteo Grattarola, mentre nelle altre classi in gara affermazioni a firma di Sergio Piardi (TR2), Andrea Gabutti (TR3), Cristian Bassi (TR3 125), Marco Andreoli (TR3 Open), Michael Vignaroli (TR4), Alex Brancati (Femminile) e di Edoardo Verdari nell’inedita E-Trial riservata alle moto elettriche.

Il 2019 dell’Italiano Trial si apre così come si era conclusa la stagione 2018. Nella TR1-Internazionale, classe regina della specialità, Matteo Grattarola (Sembenini NILS Montesa RedMoto Trial Team) ha messo a segno la prima vittoria dell’anno nuovo incamerando la 35esima affermazione consecutiva nella serie tricolore. Il Campione del Mondo Trial2 in carica ha posto rimedio ad un 5 maturato alla prima zona, archiviando la tappa di San Gemini con 19 penalità complessive nei due giri di gara. Per il Campione un successo impreziosito dal confronto con il britannico James Debill, pilota ufficiale Beta nel Mondiale TrialGP (7° nella stagione 2018), secondo in questa sua partecipazione “spot” al Campionato Italiano. Completa il podio Internazionale (2° della TR1) Gianluca Tournour, con i colori del Team NILS SPEA GasGas Italia a 4 penalità da Dabill, seguito in graduatoria da Luca Petrella (passato a Beta), Andrea Riva (Team TRRS Italia) e dal Campione italiano TR2 in carica Lorenzo Gandola, al debutto su Vertigo nella top class. Completano la top-10 nell’ordine Francesco Iolitta (TRRS), Filippo Locca (Beta), Pietro Petrangeli (Sherco) e Giacomo Saleri (Beta).
Passando alla TR2, soltanto nelle ultime zone il Campione Europeo Junior in carica Sergio Piardi (Beta) ha avuto ragione di Manuel Copetti (Team TRRS Italia) per sole 4 penalità complessive. Sale sul terzo gradino del podio Sergio Bertolotti su Beta, traguardo sfumato all’ultimo da Carlo Alberto Rabino (Beta) a precedere Luca Corvi (NILS SPEA GasGas Italia), Mattia Spreafico (Sherco) ed il poleman Francesco Marchetti (Beta). La TR3 ha invece prodotto il successo di Andrea Gabutti, Talento Azzurro laureatosi Campione italiano lo scorso anno della TR3 125, in trionfo da portacolori del Team TRRS Italia con 2 sole penalità contro le 4 di Michele Ruga (Scorpa) e le 9 di Matteo Bosis (Beta), classificato terzo per la regola degli zero complice l’ex-aequo con Giacomo Gasco (Beta). La TR3 Open ha prodotto invece il primo hurrà stagionale di Marco Andreoli su Vertigo a scapito di Ivan Giovacchini (Beta) e Paolo Lazzaroni (TRRS), mentre la TR3 125 dei giovanissimi ha sincerato la vittoria di Cristian Bassi (Beta) a precedere Valentino Feltrin (GasGas) e Luca Ruffoni (Beta).

Alex Brancati conquista la vittoria nella graduatoria Femminile
Alex Brancati conquista la vittoria nella graduatoria Femminile

Avvincente la TR4 dove si è registrata la gara perfetta di Michael Vignaroli, vincitore in sella alla propria Beta senza commetter alcun errore nei due giri, seguito con soltanto 1 penalità dal gruppo formato dal Campione in carica Valter Feltrinelli (Sembenini NILS Montesa RedMoto Trial Team), Roberto Prina (Beta), Emanuele Gilardini (Montesa) e Fabrizio Barre (Beta). Il debutto nel contesto del Campionato Italiano della E-Trial, classe espressamente dedicata alle moto elettriche, ha sincerato l’affermazione di Edoardo Verdari, con la propria Electric Motion in trionfo a quota zero penalità, con il podio completato dalle altre e-Motion condotte da Gian Paolo Concina e Francesco Vignola, seguiti in classifica da Alessandro Delfino.
Non ha tradito le attese la graduatoria Femminile con Alex Brancati, Campionessa italiana e vincitrice della Coppa del Mondo Trial2 Women lo scorso anno, nuovamente sul gradino del podio coadiuvata dalla Beta preparata dal Top Trial Team. La diciassettenne trialista, con sole 9 penalità, ha preceduto Martina Gallieni (Team TRRS Italia) ed Emanuela Spadoni (GasGas), quarto posto per Jasmine Rosina Conti (GasGas).

In abbinamento con il Campionato Italiano Trial, sempre a San Gemini è andato in scena il primo round del Campionato Italiano MiniTrial 2019. Riservato ai giovanissimi di almeno 8 anni d’età attestandosi quale effettivo serbatoio di talenti della specialità, nelle classi in gara si sono registrate le affermazioni del Talento Azzurro FMI Giacomo Brunisso (A), Mirko Pedretti (B), Matteo Cella (C), Alice Bergamo (D), Lorenzo Zaccarelli (Open) e di Martina Brandani nella Femminile B. Nella E-Trial B, riservata ai talenti da 8 a 18 anni in sella a moto elettriche, si è invece imposto Michele Vietti Violi. Per i giovani Campioni di domani prossimo appuntamento il 7 luglio a Ponte di Legno (BS), sempre in concomitanza con l’Italiano Trial ed in un percorso chiuso al traffico, reso ancor più facilitato per i neofiti della specialità.