Pera al Trap, Benelli allo Skeet e Cenci al Double Trap
Pera al Trap, Benelli allo Skeet e Cenci al Double Trap

Dopo l’approvazione del calendario delle gare, l’attività agonistica Fitav prende ufficialmente il via con la nomina dei direttori e dei commissari tecnici delle nazionali azzurre di tutte le specialità.
Partendo da quelle olimpiche, sono stati confermati i tre direttori tecnici co-autori, insieme ai tiratori, delle cinque medaglie di Rio 2016.
Il decano è Albano Pera, classe 1950 e medaglia d’argento nel Double Trap ad Atlanta 1996, che continuerà nella guida tecnica della Fossa Olimpica per il diciannovesimo anno consecutivo (iniziò nel 1998, ndr). Fino ad oggi il suo palma res olimpico conta un bronzo a Sydeny 2000 (Pellielo), quattro argenti, ad Atene 2004 (Pellielo), Pechino 2008 (Pellielo), Londra 2012 (Fabbrizi) e Rio 2016 (Pellielo), ed un oro a Londra 2012 (Rossi).

Secondo per anzianità di servizio con la nazionale italiana è Mirco Cenci, perugino classe 1957, in servizio come massimo referente per il Double Trap dal 2005 e con all’attivo due argenti, Pechino 2008 (D’Aniello) e Rio 2016 (Innocenti).
Confermato anche Andrea Benelli allo Skeet, bronzo ad Atlanta 1996 e Campione Olimpico della specialità ad Atene 2004, al suo secondo quadriennio da CT. Per il fiorentino classe 1960 la prima esperienza alla guida tecnica della nazionale azzurra si è chiusa con le tre storiche medaglie di Rio de Janeiro dello scorso anno: l’argento di Chiara Cainero e gli ori di Diana Bacosi e Gabriele Rossetti.

Un terzetto super blasonato che promette di mantenere altissimi i livelli delle nostre squadre, esattamente come intendono fare i Commissari Tecnici delle specialità amatoriali, Sandro Polsinelli per la Fossa Universale, Veniero Spada per il Compak Sporting e lo Sporting, Giuseppe Rodenghi per l’Elica, Paolo Pozzati per il Tiro Combinato da Caccia e Fabrizio Evangelisti per il Down The Line.
Infine, cambio al vertice per la nazionale paralimpica, alla cui guida è stato designato Benedetto Barberini che prenderà il posto di Francesco Fazi, già Commissario Tecnico dello Skeet fino a Londra e CT della prima compagine Paralimpica della storia del Tiro a Volo, riconfermato nell’incarico di Medico Federale.