Frecce d’autunno
Frecce d’autunno

di Maurizio Sciarra
Con l’organizzazione dell’Arco Club Appia Antica si è svolto a Roma il trofeo “Frecce d’ Autunno” una delle gare romane più longeve avendo superato le venti edizioni. Come ogni gara del calendario indoor laziale anche questa è occasione per accumulare punti validi per la qualificazione ai campionati italiani indoor 2017, che quest’anno vedranno protagonisti gli ambienti della Fiera del Levante a Bari, a febbraio. Alto il numero dei partecipanti, fatto questo che ha consentito, vista l’adesione della storica società romana al progetto della Fitarco Lazio teso a destinare parte della quota di iscrizione a un fondo pro vittime del sisma, di mettere da parte anche una buona somma che andrà ad aggiungersi alle altre quote che sono e saranno accumulate in tutta la stagione dei trofei al chiuso. Valutando la graduatoria nazionale di questi ultimi due mesi (ovvero da quando è ripartita la stagione indoor) importanti risultati sono stati conseguiti da Claudia Compagnucci (Arco Club Pontino) che nell’Arco Olimpico seniores si è issata al primo posto con 560 punti; Tiziana Temperini (Arcieri Sagittario) ha raggiunto la quarta piazza nell’Arco Compound Master mentre la coppia dell’Arco Club Appia Antica Angela D’Angelo (Arco Compound Seniores) e Roberto Mannu (Arco Olimpico Master) hanno raggiunto il quinto posto nelle rispettive ranking. Anche Edoardo Quattrocchi (Cus Roma) occupa per ora un positivo settimo posto nell’Arco Olimpico Master. Da notare che comunque la stagione è appena iniziata e i prossimi tre mesi saranno decisivi per acquisire i punteggi atti alla qualificazione.