Con una bella gara dai solidi contenuti tecnici e agonistici, Walter Cattaneo (72/75+23/25+5) ha messo il sigillo sull’edizione 2022 della Coppa Manfredi, grande classica del tiro a volo legata all’azienda di munizioni Baschieri & Pellagri, giunta alla sua 73^ edizione. Nel fine settimana del 26 e 27 marzo, sulle pedane gardesane del Trap Concaverde di Lonato (BS), nella competizione diretta con esperta sicurezza dal coordinatore Diego Prati, l’atleta in forza al Trap Pezzaioli ha saputo inserirsi nel gruppo dei finalisti ed è stato abile a sferrare il colpo vincente, offrendo una brillante prestazione in una finale ad alto tasso adrenalinico.

Insieme a Walter Cattaneo, approdato in finale con il dorsale numero 2, a conquistarsi un posto nella sfida per la vittoria, dopo i 75 piattelli di qualifica, erano stati: Manuel Mancini (73/75), Alberto Facci (72/75), Giancarlo Rizzi (72/75), Roberto Micheli (72/75) e Giovanni Colazzina (72/75).

Terminati i 25 piattelli in programma, a contendersi il trofeo allo shoot-off, tutti a quota 23/25, erano rimasti ben quattro dei sei finalisti, con la sola esclusione, nonostante i buoni punteggi, di Mancini (22/25) e Colazzina (21/25). Dopo l’abbandono della pedana, al secondo piattello di spareggio, di Micheli (72+23+1), toccava al giovane rappresentante delle Fiamme Oro, Alberto Facci (72+23+2), cedere il passo al duello decisivo tra gli esperti Giancarlo Rizzi (72+23+4) e Walter Cattaneo, con quest’ultimo freddissimo nell’aggiudicarsi la vittoria e il trofeo.

«Per la 73^ edizione di questo longevo trofeo, abbiamo deciso di tornare nella splendida cornice del Trap Concaverde, che già l’anno scorso ci aveva ospitato con grande calore – sono state le parole, al termine della competizione, di Marco Manfredi, il responsabile del settore Ricerca & Sviluppo della Baschieri & Pellagri – ringraziamo tutti i partecipanti e ci complimentiamo vivamente con il vincitore. Questa coppa è molto importante per la nostra famiglia e speriamo che lo sia altrettanto per lui. La nostra azienda attualmente sta lavorando molto: questo è un segnale positivo, perché riflette l’apprezzamento dei tiratori nei confronti del nostro prodotto».

«Voglio ringraziare, a mia volta, tutti i partecipanti e i presenti a questa competizione – ha concluso Ivan Carella, presidente della struttura ospitante – confido che una grande e longeva classica come quella oggi ospitata possa ripetersi ancora per moltissimi anni e che la nostra collaborazione con la Baschieri & Pellagri divenga sempre più solida».

Articolo precedenteCalcio, Tarquinia, ritorno alla vittoria (in esterna)
Prossimo articoloTennis, Andrea Vavassori: “Obiettivi? Qualificazioni di Parigi e di Wimbledon”