L’attesa sta per finire. Bologna e Tolmezzo si preparano ad ospitare i Campionati Europei di Tiro a Segno: appuntamento in Emilia Romagna da giovedì 12 a lunedì 23 settembre per le gare di pistola e carabina sulle distanze di 25 e 50 metri, con la competizione che da domenica 22 a giovedì 26 si svolgerà anche in Friuli Venezia Giulia sulla distanza dei 300 metri. La cerimonia di apertura si terrà sabato 14 settembre alle ore 19 presso la Sezione TSN di Bologna (Via Agucchi, 98) e sarà aperta alla stampa.

Gli Europei rappresentano una tappa cruciale nella marcia di avvicinamento ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020: sarà infatti la penultima opportunità per conquistare le carte olimpiche. Ce ne saranno in palio otto: quattro nelle specialità di carabina (due per la 3 posizioni maschile e due per la femminile) e quattro nelle specialità di pistola (due nella pistola automatica maschile e due nella pistola sportiva femminile). Sono già due le carte olimpiche ottenute dall’Italia: una da Marco De Nicolo (Fiamme Gialle), grazie al terzo posto nella gara di Coppa del Mondo di Nuova Delhi disputata a febbraio (carabina 3 posizioni), e l’altra dal 21enne Marco Suppini (Fiamme Oro), sesto nella gara di carabina 10 metri di Monaco del maggio scorso. Suppini che, tra l’altro, gareggerà in casa, essendo nato e cresciuto a Vergato, comune della provincia bolognese.