Stasera alle 18 il romano Matteo Berrettini affronterà Novak Djokovic nei quarti di finale degli Us Open, riedizione di una sfida che in questo 2021 si è vista già nei quarti al Roland Garros e in finale a Wimbledon. Finora ha avuto sempre la meglio il balcanico ma Berrettini cercherà di sfatare il tabù nei confronti del numero 1 del mondo, che comunque appare lanciato verso l’impresa di vincere il Grande Slam e diventare il giocatore più titolato della storia con 21 successi. L’azzurro però non si dà per vinto: «Non mi voglio fermare ora: sono andato altre volte oltre i quarti di uno Slam, e ora gioco un tennis che mi diverte». Berrettini è tornato anche sull’infortunio che lo ha costretto a rinunciare a Tokyo 2020 «prima degli Us Open si è rivelato più serio del previsto. Ho lavorato molto per recuperare in questi mesi, per superare anche i momenti di difficoltà dopo le troppe sconfitte. Ne sono uscito a testa alta. Anche per questo spero, conto che il mio Us Open non sia finito qui».