Camila Giorgi (foto fonte Coni Marche)

Ancora notti magiche per lo sport azzurro e soprattutto marchigiano con la vittoria della tennista maceratese Camila Giorgi ieri sera al “WTA 1000” di Montreal.

 

Dopo una buona performance olimpica a Tokyo 2020, in cui è arrivata ai quarti di finale, nel prestigioso torneo canadese, la Giorgi ha battuto in finale Karolína Plíšková (Repubblica Ceca) per 6-3 7-5, aggiudicandosi cosi il torneo più importante della sua carriera. Grazie a questo risultato, la campionessa marchigiana rientra nella top 50 del ranking mondiale: da oggi è la numero 34 del mondo.

 

Fra i primi a complimentarsi con lei, il Presidente del CONI Marche, Fabio Luna: “è una grande gioia rivedere Camila al top della forma, la sua vittoria vale tantissimo dal punto di vista tecnico-atletico ma insegna molto anche al pubblico e a tutti gli sportivi marchigiani, offrendo un esempio in termini di determinazione, spirito di sacrificio e voglia di mettersi costantemente in gioco. La sua vittoria è un meritato successo per l’intero movimento tennistico locale, guidato da Emiliano Guzzo, a cui rinnovo la mia gratitudine”.

 

A margine del match infatti la giocatrice azzurra ha detto ai giornalisti che il segreto del successo è proprio nell’aver lavorato duramente per 25 anni: “credo che questa vittoria sia solo il prodotto di anni di lavoro, ero sicura che un risultato di questo tipo sarebbe arrivato, sono due mesi che gioco ad alto livello”, la dichiarazione a caldo di Camila Giorgi.