Il tennis femminile italiano tocca il punto più basso della sua storia con la retrocessione nella serie C della Fed Cup. Dal prossimo anno le azzurre giocheranno nei raggruppamenti zonali, per la precisione nel Gruppo I zona Europa- Africa con Olanda, Kazakhstan, Austria, Lussemburgo, Svezia, Polonia, Ucraina, Estonia, Serbia, Ungheria, Croazia, Grecia, Turchia e Slovenia. Una situazione maturata dopo la sconfitta per 3-0 contro la Russia. Un successo netto delle padrone di casa, mai stato in discussione fin dal momento del sorteggio, vista la notevole differenza tra le due squadre. L’assenza di Camila Giorgi ha, inoltre, cancellato anche le piccole speranze di poter espugnare Mosca, con la marchigiana che ha dovuto dare forfait per un problema al polso che la condiziona da inizio anno. E il futuro sembra del tutto incerto: Giorgi resta la numero uno azzurra, ma dietro di lei c’è il vuoto più assoluto. I fasti della grande Italia di Pennetta, Schiavone e Vinci sono ormai lontani ricordi.