La cerimonia di apertura ha dato il via ufficiale alle Coppa del Mondo ISSF di Trap e Skeet di Lonato del Garda (BS). Da oggi si inizierà a competere per lo Skeet. In pedana i tiratori selezionati dal Direttore Tecnico Nazionale Andrea Benelli tra cui i quattro già selezionati per i Giochi Olimpici di Tokyo: Diana Bacosi (Esercito), Campionessa Olimpica a Rio 2016, Chiara Cainero (Carabinieri), Campionessa Olimpica a Pechino 2008 e medaglia d’argento a Rio 2016, Gabriele Rossetti (Fiamme Oro), Campione Olimpico a Rio 2016, e Tammaro Cassandro (Carabinieri), Vice Campione del Mondo proprio qui a Lonato nel 2019.

A dare il benvenuto ai 416 atleti arrivati nell’impianto del Trap Concaverde da 63 Nazioni è stato il Presidente della Fitav Luciano Rossi che ha ringraziato «tutti gli atleti e il loro staff, il Comitato Organizzatore, la ISSF, i direttori di tiro e tutte le aziende italiane che sostengono gli atleti di tutto il mondo. Sappiamo che quest’anno è stato molto difficile – ha aggiunto – ma siamo consapevoli che ad esso faranno seguito una nuova luce, una nuova era e una nuova opportunità per dimostrare cosa possiamo fare tutti insieme».

«Mi complimento per la forza della FITAV e del Comitato Organizzatore nel pianificare un evento di simile portata – ha proseguito Franco Ascani, membro della Commissione “Cultura e Patrimonio” del Comitato Internazionale Olimpico – che dimostra quanto lo Sport sia un movimento globale al servizio dell’umanità».

«Per ragioni di sicurezza, questa Coppa del Mondo sarà senza pubblico – ha aggiunto Ivan Carella, presidente del Comitato Organizzatore – ma, allo stesso tempo, abbiamo puntato sul coinvolgimento digitale e su una visibilità mediatica incisiva, così che chiunque possa seguire in tempo reale tutte le fasi dell’evento sportivo». Mentre Marco Riva, presidente di CONI Lombardia, ha sottolineato «l’importanza di ospitare un evento internazionale all’insegna dell’amore per lo sport e dell’unità d’intenti, in un momento complesso, legato alla pandemia, che richiede competenza, passione e soprattutto coraggio».

Con loro anche il Sindaco di Lonato del Garda Roberto Tardani “Per il nostro territorio è un onore ospitare un evento di questa portata e con il Comitato Organizzatore abbiamo lavorato per garantire la massima sicurezza e la migliore accoglienza per tutti i partecipanti”.

Emozionante, al momento dell’alzabandiera, è stata l’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte del tenore Paolo Antognetti che, a conclusione della cerimonia, ha intonato pure il “Nessun Dorma” di Giacomo Puccini e, in occasione dell’imminente festa della mamma, la celeberrima “Mamma” di Bixio Cherubini.

Prima della cerimonia, il presidente della FITAV Luciano Rossi e la Vicepresidente Emanuela Croce Bonomi hanno consegnato all’AIRC un assegno di 9.464 euro. Il fondo, destinato alla ricerca contro il cancro, è il frutto delle donazioni raccolte dalle Società affiliate alla Fitav in tutto il Paese.