È una gara interpretata ai massimi livelli da gran parte dei contendenti quella del Mixed Team di Skeet programmata per l’undicesima Green Cup sulle pedane del Tav Umbriaverde. Tra gli azzurri la formazione che confeziona il miglior risultato è Italia 3 composta da Simona Scocchetti e Giancarlo Tazza: il tandem costituito dall’atleta di Tarquinia (VT) inquadrata nell’Esercito e dal casertano delle Fiamme Oro nelle tre serie di qualificazione totalizza 146/150 (74/75 per Tazza e 72 per Scocchetti). Meglio di loro fanno soltanto gli atleti di Usa 3: l’infallibile Samantha Simonton (75/75 in qualificazione) e Hayden Stewart (72) per un totale di 147. Nella finale per la medaglia d’oro, che prevede 20 bersagli per ogni atleta, Giancarlo Tazza per gli azzurri e Samantha Simonton per la formazione degli Stati Uniti sono subito impeccabili.

Incorre invece in qualche errore fino dalle prime battute del confronto Simona Scocchetti e anche Hayden Stewart, sul versante Usa, traduce in alcuni ‘zeri’ l’inevitabile pressione psicologica di un confronto giocato sul filo del piattello. Due errori ravvicinati di Simonton sembrano riaprire le sorti della gara ai due terzi della finale, ma nonostante il lieve passo falso il team americano conserva la sua compattezza e conclude a quota 35/40 precedendo di due lunghezze Giancarlo Tazza e Simona Scocchetti che sono dunque d’argento a quota 33/40. Nell’altra finale per la medaglia di bronzo tra Cile e Usa 1 sono Hector Flores e Francisca Crovetto ad imporsi sorprendentemente sul più quotato team composto da Austen Smith e Philip Jungman. Gli atleti cileni (allenati dall’ex azzurro Christian Eleuteri) superano gli americani per 30/40 a 28. La Green Cup prosegue con le gare di Fossa Olimpica: mercoledì 19 è in programma il Mixed Team della disciplina con una start list che, insieme ad alcuni dei più noti italiani, vede schierati i massimi talenti del pianeta.