Matteo Grattarola in azione al TrialGP Belgium (Ph. TrialGP)
Matteo Grattarola in azione al TrialGP Belgium (Ph. TrialGP)

Con il Gran Premio del Belgio disputatosi a Comblain au Pont è proseguita la stagione nel FIM Trial World Championship dei Talenti Azzurri FMI impegnati nella classe Trial2. Per Matteo Grattarola la trasferta belga del calendario ha riservato il secondo posto in gara ed in campionato mentre Lorenzo Gandola, in ripresa dal recente infortunio al polso, ha concluso dodicesimo.

Partito splendidamente accusando sole 4 penalità nel corso del primo giro, Matteo Grattarola in una contesa tiratissima tra i quattro migliori interpreti della Trial2 ha poi concluso al secondo posto, suo malgrado preceduto dal rivale nella corsa al titolo Toby Martyn. Per il pluri-Campione italiano Trial Outdoor ed Indoor sono risultati decisivi i 5 registrati in tre differenti zone (2, 5 e 7) nel secondo giro, concludendo la gara ad 1 sola penalità dal vincitore Martyn. In virtù di questo risultato ora Grattarola è preceduto in campionato proprio dal trialista britannico di 2 soli punti, ma con la possibilità di riconquistare la vetta della classifica nei due conclusivi eventi stagionali.
Per Lorenzo Gandola l’appuntamento di Comblain au Pont ha prodotto un dodicesimo posto finale con un apprezzabile secondo giro (17 penalità rispetto alle 37 del primo). Per il giovane trialista segnali di ripresa dal recente infortunio al polso, di buon auspicio per il prosieguo della stagione anche in ambito nazionale.

Il podio Trial2 in Belgio con Matteo Grattarola 2°
Il podio Trial2 in Belgio con Matteo Grattarola 2°

Fabio Lenzi, Direttore Tecnico Trial FMI: “Partendo da Lorenzo Gandola è riuscito a migliorare il piazzamento della gara precedente, ma ha nuovamente dovuto stringere i denti complice il recente infortunio al polso. La buona notizia è che il dolore sta progressivamente diminuendo, pertanto speriamo il recupero prosegua nel miglior modo possibile in vista dei prossimi impegni del calendario. Per quanto concerne Matteo Grattarola, se vogliamo è stato “beffato” nella seconda parte di gara. Ha iniziato con il piglio giusto, successivamente ha commesso qualche 5 di troppo che, in una corsa così tirata tra i primi 4, gli ha precluso la possibilità di conquistare la vittoria. Adesso è secondo in campionato preceduto dal britannico Toby Martyn ed i giochi sono apertissimi. Tutto si deciderà nei conclusivi due round: uno in casa proprio di Martyn, il conclusivo qui in Italia dove Matteo farà di tutto per conquistare il titolo iridato”.
Per il FIM Trial World Championship prossimo appuntamento l’1-2 settembre a Silsden in Gran Bretagna.