“Gli Insuperabili”
“Gli Insuperabili”

Gli Insuperabili Reset Academy, scuola calcio atleti disabili, e i loro testimonial, tra cui Marcello Lippi, Giorgio Chiellini, Alejandro Gomez e Daniele Baselli, da domani diventeranno i protagonisti del fumetto realizzato da Fabrizio Accatino, sceneggiatore di Dylan Dog e di Mattia Simeoni, fumettista.

Perché un cartone? Perché è proprio nei cartoni che la vita viene semplificata e l’essenziale viene portato alla nostra attenzione. Come nel film Space Jam. Solo che il gioco non è il basket, manca Michael Jordan e i principali protagonisti, anziché Bugs Bunny e gli altri cartoni animati della Warner Bros, sono reali. Hanno dai 23 ai 28 anni. E sono ragazzi diversamente abili uniti dalla stessa passione per il calcio e per i campioni dello sport.
Tra i giocatori che hanno accettato la “sfida del cuore” lanciata dagli atleti Insuperabili, di cui Marcello Lippi è il presidente onorario, l’ultimo in termini di tempo a scendere in campo è Diego Armando Maradona, “el pibe de oro” la cui disponibilità realizza un sogno ed è motivo di orgoglio.

La regia della scuola calcio è di due giovani amici, Davide Leonardi e Ezio Grosso, capaci di mollare le sicurezze di un lavoro in banca per lanciare un progetto all’avanguardia. «Abbiamo cominciato quattro anni fa quasi per caso: stavamo cercando una scuola di calcio per una nostra amica affetta da sindrome di Down – racconta Davide, 34 anni, presidente di Insuperabili Onlus -. Non avendo trovato nulla ci siamo informati, abbiamo studiato e dopo sei mesi sono cominciati i primi allenamenti sui campi della società calcistica Grugliasco. All’inizio avevamo solo quattro ragazzi».