1000 atleti in gara, oggi e domani
1000 atleti in gara, oggi e domani

Terni e Narni, ancora fino a domani, domenica 14 maggio, sono teatro di un evento sportivo straordinario: si tratta del primo appuntamento dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics in corso di svolgimento in Umbria. Circa 1000 atleti con disabilità intellettiva gareggiano nelle discipline sportive dell’atletica, canottaggio, dragon boat, golf, indoor rowing, nuoto e tennis. Sono coinvolti, da tutta Italia, 83 Team Special Olympics e 4 delegazioni straniere provenienti dai Paesi Bassi, Regno Unito, Ungheria e Lettonia; 1200 familiari, 600 volontari e 191 tecnici. Inoltre, per gli sport di squadra sono previste gare di sport unificato che coinvolgono, all’interno della stessa squadra, atleti con e senza disabilità intellettive.

Oggi e domani sono in programma gare e premiazioni che non mancheranno di onorare anche l’ultimo atleta che ha tagliato il traguardo purchè abbia profuso impegno e determinazione con “tutte le sue forze” così come recita il Giuramento dell’atleta Special Olympics. La filosofia del Movimento offre infatti una prospettiva diversa da cui guardare allo sport che si spoglia dell’agonismo più puro per abbracciare l’opportunità, aperta a tutti, di gareggiare nelle condizioni ideali per vincere la sfida più importante, quella verso se stessi.

Al fine di creare tali presupposti di fondamentale importanza è la fase preliminare di divisioning, svoltasi l’11 maggio, atta a testare le capacità di ogni atleta e formare, conseguentemente, batterie di pari livello di abilità; sempre mercoledì 11 maggio alle ore 21.00 in Piazza della Repubblica a Terni, si è svolta la Cerimonia di Apertura. Il Torch Run, partito da Perugia lo scorso 3 maggio toccando 16 Comuni presenti sul territorio, ha terminato la sua corsa con l’accensione del tripode dando così il via ufficiale ai Giochi Nazionali Estivi Special Olympics. La torcia, disegnata da Giorgio Armani, è stata riprodotta per l’occasione da Acciai Speciali Terni.

In programma questa sera, alle ore 21.00, la Cerimonia di Chiusura, ancora nella centrale Piazza della Repubblica di Terni che vedrà il passaggio della bandiera di Special Olympics nelle mani di un atleta di La Spezia. I Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, giunti alla XXXIII edizione, seguiranno infatti a La Spezia, dall’11 al 15 giugno, che proporrà le discipline sportive del basket, calcio, badminton, ginnastica artistica e ritmica. A chiudere, Biella dal 3 al 9 luglio che vedrà oltre 1400 atleti impegnati nelle discipline sportive delle bocce, bowling, equitazione, nuoto, nuoto in acque aperte, pallavolo, rugby e vela.
Sono in tutto 18 le discipline sportive proposte e 3300 gli atleti, con e senza disabilità intellettiva, partecipanti. Un evento sportivo dal respiro internazionale in virtù della partecipazione di Delegazioni Special Olympics provenienti da 17 paesi stranieri: Paesi Bassi, Regno Unito, Ungheria e Lettonia (Terni e Narni), Romania, Malta, Spagna, Andorra, Svizzera e Gibilterra (La Spezia), Germania, Austria, Finlandia, Cipro, Canada, Portogallo e Repubblica di San Marino (Biella). A La Spezia, dopo le passate edizioni dei Giochi Nazionali Estivi nel 2007, 2011 e 2014, così come a Biella, nel 2008 e 2012, si tratta di un atteso ritorno. Parallelamente alle gare, in tutti e tre gli appuntamenti, si svolgono i programmi sportivi non competitivi dello YAP (Young Athletes Program), programma innovativo di gioco e attività motoria per bambini fino agli 8 anni d’età e MATP (Motor Activity Training Program) programma di allenamento studiato per bambini ed adulti con disabilità intellettive gravi e gravissime e disabilità fisiche e/o sensoriali con associata una disabilità intellettiva. Durante i Giochi gli atleti avranno inoltre la possibilità di sottoporsi ad esami medici gratuiti nell’ambito del Programma Salute promosso da Special Olympics che vede l’attuazione di specifici protocolli di accoglienza, prevenzione e diagnosi per persone con disabilità intellettiva ed il coinvolgimento di centinaia di volontari clinici.