Home Altri sport Softball, si giocano due sole serie in serie A1

Softball, si giocano due sole serie in serie A1

14
Veronika Peckova, MKF Bollate, nel box di battuta (Lynx Prod)

Zero valide subite in due partite, l’MKF Bollate è nettamente superiore al Bussolengo 2.0 ma, al dominio sulla pedana di lancio, corrisponde anche una notevole differenza nel box di battuta.
Quattro inning immacolati in pedana per Laura Bigatton, nella prima partita della sfida. Le lombarde hanno portato a casa la vittoria 10-4 dopo 4 inning, grazie a walk-off double di Veronika Peckova, ma prima tutto il line-up si era dato da fare. Passato in vantaggio al secondo con un fuoricampo da 2 punti di Silvia Torre su Valeria Munaretto, Bollate ha completato l’opera proprio al quarto: segnando gli altri 8 punti. Prima del doppio di Peckova, la sequenza si era aperta con i singoli di Linda Rampoldi, Laura Bigatton, Taryn Atlee, una base ball a basi piene limata da Irene Costa, una volata di sacrificio a basi piene di ElisaCecchetti e, infine, un altro doppio di Giorgia Fumagalli.

Nel secondo match, affidato come sempre a Peckova, la partita arriva al settimo e la differenza di punti è meno ampia: finisce 4-0 per la squadra lombarda. La lanciatrice ceca è assoluta protagonista, così come in gara 1, nel box (suo il doppio da 2 punti al terzo inning), ma soprattutto in pedana di lancio. A fronte delle zero valide concesse, sono arrivate ben 17 eliminazioni al piatto. Due dei restanti quattro out sono ancora merito suo con assistenza in prima.

Doppietta anche dell’Inox Team Saronno nel derby contro la Rheavendors Caronno. Il derby varesino, al contrario della sfida di Bollate, però è stato molto più combattuto e deciso da risultati di misura. Addirittura nella seconda partita è stata la Rhea a battere un maggio numero di valide (5 contro 2), ma senza riuscire a produrre sulle basi, lasciando 8 corridori sui cuscini.
Nella prima partita Caronno passa in vantaggio con un solo-homer di Yuruby Alicart al terzo inning. Poi, dopo una bella battaglia tra le lanciatrici Alice Nicolini e Silvia Durot, al sesto Saronno rompe l’equilibrio. Apre l’inning Giulia Longhi con un doppio, avanza con un bunt di sacrificio di Sara Brugnoli e poi segna il pareggio su un errore della difesa, su rimbalzante di Noa Armirotto. Il secondo punto arriva grazie a Mirta Anselmi che spinge a casa la stessa Armirotto: 2-1.

In gara 2 Chiara Rusconi vince la sua prima partita stagionale sfruttando, come detto, la scarsa vena sulle basi della squadra di Argenis Blanco e portando a termine un 1-0 molto prezioso segnato da Giulia Longhi.
È sempre il capitano della nazionale ad aprire le danze al secondo, con un singolo; spostata in seconda da un bunt valido di Sara Brugnoli e in terza da una scelta difesa su battuta di Noa Armirotto, Longhi segna su altra battuta in scelta difesa di Arianna Nicolini.