Ilaria Cacciamani, del Poderi Dal Nespoli Forlì, in pedana di lancio (Credit: Manguera Prensa)

Un primo verdetto della stagione arriva dalla doppietta del Banco di Sardegna Nuoro sul Lacomes New Bollate. La squadra sarda, infatti, si assicura il quinto posto del girone A e lascia alle milanesi l’ultimo posto. New Bollate dunque relegato al playout contro l’ultima del girone B. Intanto l’MKF, l’altra squadra di Bollate, reagisce alla sconfitta nella finale della Premiere Cup con una doppia vittoria sul Taurus Donati Gomme Parma.

MKF Bollate-Parma
Partite molto tese ed equilibrate quelle tra MKF e Taurus Donati Gomme. La doppietta della squadra di casa arriva con due vittorie di misura 1-0: la seconda addirittura sbloccata solo al primo inning di tie-break. In gara 1 vanno in pedana Greta Cecchetti (solo 2 valide concesse) e Alice Ghillani (3 valide concesse). La differenza l’hanno fatta due errori della difesa parmigiana che, al secondo inning, hanno messo in base, prima Irene Costa, poi Silvia Torre e hanno consentito la segnatura dell’unico punto della sfida.

Nella seconda partita non sono tante le occasioni per sbloccare, anche se l’MKF, che festeggia la no-hit di Caylan Arnold, lascia un totale di 8 corridori sulle basi. Ne lascia 3 anche Parma., che contestualmente subisce 12 strike-out. L’equilibrio regge fino all’ottavo quando, con Sara Camisasca in base da regolamento, il lead-off dell’inning, Laura Bigatton mette a terra un ottimo bunt di sacrificio e fa avanzare Camisasca in terza. Con prima e seconda libere e un out, arrivano Amanda Fama e Marta Gasparotto: per entrambe è base intenzionale e allora ci pensa Elisa Cecchetti a portare a casa il punto della vittoria con una bella linea che scavalca il terza base e chiude i conti.

Nuoro-Lacomes New Bollate
Affermazione netta per il Banco di Sardegna Nuoro nella due partite contro il New Bollate. La squadra sarda va subito in vantaggio in gara 1 sfruttando un errore della difesa lombarda. Poco dopo pareggio per il New Bollate con un fuoricampo interno di Martina Ghergolet ma, mentre Paola Cavallo lascia pochissime altre occasioni all’attacco milanese, il Nuoro mette subito la quinta marcia e segna un punto al secondo con un singolo di Erika Piras, un altro punto al quarto, ancora grazie a un errore della difesa avversaria e chiude i conti al quinto con 5 punti: sono i singoli di Mayra Liori e Erika Piras, più un fuoricampo da tre punti di Manoa Weijgertse per il finale di 8-1.

Netta anche la seconda vittoria per il Banco di Sardegna, 8-3. Subito in vantaggio, con 3 punti al primo inning, le sarde segnano con una valida (Eliska Thompsonova), una eliminazione in diamante (VirginiaMartini) e un errore della difesa bollatese. Allungo al terzo, con un lancio pazzo e un altro productive out e poi al quinto il Lacomes tenta una rimonta, grazie a un doppio da 2 RBI di Taylor Glover e un errore della difesa sarda. Ma è un fuoco di paglia. Dopo il parziale 6-3 segnato dal Banco di Sardegna al quinto, grazie a un errore della difesa, Eliska Thompsonova chiude i conti al sesto con un doppio da 2 RBI.

Rimangono invariate le posizioni in vetta alla classifica del girone B. Thunders & Dragons Castellana e Poderi Dal Nespoli, infatti, dividono la posta in palio e così la squadra veneta rimane al primo posto della graduatoria, con Forlì che insegue.

Castellana-Forlì
In gara 1 va in scena la sfida tra le lanciatrici italiane, Chiara Biasi per la squadra di casa e Ilaria Cacciamani per le romagnole. Forlì parte forte al primo inning e poi mantiene il ritmo di battuta (sono 11 le valide alla fine della partita) anche al terzo per incrementare. I primi due punti arrivano per effetto di due singoli di Suzannah Brookshire e Veronica Onofri. Al terzo, invece, è un triplo di Cacciamani (che si fa valere anche nel box di battuta e viene posizionata al quinto spot del lineup) a dare il via a un inning da tre segnature; la stessa Cacciamani arriva a casa su volata di sacrificio: ancora un RBI per Veronica Onofri. Un doppio di Laura Vigna consente di arrivare al massimo vantaggio di 6-0 al sesto; poco dopo ridotto al 6-2 finale con un doppio di Ginevra Gamba.

Nella seconda partita riscatto di Castellana che vince 7-0 in 6 riprese. In pedana vanno Samantha Sheeley (poi rilevata da Leonella Elizabeth) e Morgan Ray. Con sole 4 valide concesse è Ray la protagonista della partita. Così come in attacco è Elizabeth Sugg a fare la differenza con un singolo e un fuoricampo. Subito in vantaggio 2-0 con una valida di Laura Campalani che porta a casa 2 punti, Sugg e Noemi Giacometti confezionano il 4-0 dopo due riprese. Al sesto si chiude con il fuoricampo già citato di Sugg, una doppia rubata, con corridori agli angoli di Giacometti e Casetta e infine un altro singolo di Laura Campalani che porta a casa anche Francesca Casetta.