L’Italia apre con due podi la stagione in Coppa del Mondo, nella tappa disputata sulla pista che tra poco più di due mesi ospiterà le gare olimpiche. Sul circuito cinese di Secret Garden, Omar Visintin ha chiuso al secondo posto, arrendendosi solamente all’austriaco Alessandro Hammerle in una finale molto combattuta, che ha visto l’azzurro scivolare fino alla quarta posizione all’ultimo intermedio, prima del recupero in vista del traguardo. La terza posizione sul podio, è stata appannaggio dell’americano Nick Baumgartner. Per l’atleta del Centro Sportivo Esercito, è stato il diciassettesimo podio in carriera: un ottimo modo per cominciare la stagione.

Più indietro gli altri due italiani in gara: Tommaso Leoni è stato estromesso nei quarti di finale, classificandosi al 15esimo posto. Fuori agli ottavi il valdostano Lorenzo Sommariva, il quale non è andato oltre la 25sima posizione. Il prossimo appuntamento di coppa è fissato per domencia 12 dicembre a Montafon. L’altro podio azzurro nella tappa cinese è arrivato dalla gara femminile e porta la firma di Michela Moioli, arrivata con falicità fino alla Big Final, nella quale ha conquistato il 34esimo podio della sua straordinaria carriera. Una continuità di rendimento fantastica, che la vede sempre classificata nelle prime quattro posizioni nelle ultime quattordici gare a cui ha preso parte. Un bel modo per cominciare l’annata, Moioli ha dimsotrato che il tracciato sul quale dovrà difendere il titolo olimpico fra tre mesi, si addice comunque alle sue caratteristiche, nonostante sia diverso come costruzione rispetto a quello affrontato a PyoengChang quattro anni orsono. La campionessa dell’Esercito si è arresa solamente alla ceca Eva Samkova – alla diciottesima vittoria in Coppa del mondo – e alla britannica Charlotte Bankes, in una tiratissima finale.

C’è posto anche per un’altra italiana in top 10: si tratta di Francesca Gallina, eliminata nei quarti di finale e classificata in nona posizione, mentre Sofia Belingheri si è piazzata sedicesima.

Articolo precedenteConi Lazio, lo sport (ri)entra nelle carceri
Prossimo articoloCalcio, serie A, si riparte (domani) con Verona-Cagliari