Elia Sdruccioli
Elia Sdruccioli

La seconda Coppa del Mondo Juniores 2018 si chiude con altre tre medaglie che entrano nel forziere azzurro dalle gare di Skeet Maschile.

La prima è arrivata nella gara individuale per mano di Elia Sdruccioli, giovane marchigiano di Ostra (AN) e tesserato con l’Esercito, sul podio per il bronzo. Entrato in finale con lo score di 117/125 +2, che gli ha garantito il secondo dorsale alle apslle del danese Emil Kjelgaard Petersen, migliore con 119, l’azzurro ha combattuto il round conclusivo con grinta regolando tre avversari e arrivando in zona medaglia con Petersen ed il Ceco Jaroslav Lang. Purtroppo per lui i due avversari avevano sbagliato meno nelle fasi precedenti e lo hanno costretto al bronzo con il punteggio di 44/50, dividendosi poi l’oro e l’argento.

Per quanto riguarda gli altri cinque italiani in gara, molto sfortunato è stato Matteo Chiti (Carabinieri) di Pistoia, che ha spareggiato con altri 4 tiratori per un posto in finale e con lo score di 113/125 +1 si è ritrovato in 10ª posizione. Scendendo nella classifica al 10° ,posto troviamo Alessandro Calonaci di San Gimignano (SI) con 112, al 13° Niccolò Sodi di Arezzo (AR) con 110, al 19° Christian Ghilli (Fiamme Oro) di Ponteginori (PI) con 109 e al 31° Filippo Maria Boncompagni (Fiamme Oro) di San Casciano Val di Pesa (FI) con 104.

Due le medaglie che gli azzurri hanno centrato nella classifica a squadre. A salire sul gradino più alto del podio sono stati gli avversari cechi con 335/375, mentre agli azzurri sono toccati l’argento con 334 (Sdruccioli, Chiti e Boncompagni) ed il bronzo con 331 (Calonaci, Sodi e Ghilli).

Meno fortunata la spedizione femminile. La migliore delle azzurre è stata Giada Longhi (Esercito) di Roccaranieri (RI) che, dopo essersi meritata la fase finale con il terzo miglior punteggio (110/125 +1+2), non ha retto alla tensione del round decisivo arenandosi in sesta posizione con 14/20. Molto lontane dalla vetta della classifica Sara Bongini (Fiamme Oro) di Impruneta (FI), trentasettesima con 78, e Giorgia Fancello di Acilia (RM), trentanovesima con 76.