Diana Bacosi ci ha preso gusto e, per la seconda volta nel giro di due settimane, è salita sulla vetta del podio del Concaverde di Lonato del Garda per l’oro nello Skeet Femminile.

Dopo il Titolo di Campionessa Europea conquistato a fine maggio, la portacolori dell’Esercito Italiano originaria di Cetona (SI) si è preso anche l’oro in Coppa del Mondo, ultimo appuntamento ufficiale prima dei Giochi di Parigi 2024.

In finale grazie al 120/125 +9 delle qualificazioni, che le ha assegnato il dorsale numero cinque, Diana si è chiusa in una concentrazione assoluta, non curandosi della caratura tecnica delle avversarie, e con una prestazione sontuosa ha scalato la classifica fino ad arrivare alla vetta del podio con 57/60.

“Esattamente come accaduto al Campionato Europeo ho affrontato una gara in salita, mettendomi nella condizione di arrivare alle fasi finali delle qualificazioni con l’imperativo categorico di non sbagliare – ha raccontato la Campionessa Olimpica di Rio 2016 e medaglia d’argento a Tokyo 2020 – Una volta entrata in finale ho dovuto confrontarmi con tiratrici di alto livello come le statunitensi e la svedese. Non era facile e nemmeno scontato arrivare all’oro. Mi sono concentrata sui miei piattelli. Solo su quelli, non pensando a niente altro. Sono contenta di questa conferma. C’è ancora qualcosa da sistemare prima dei Giochi, ma ho tutto il tempo per farlo. Domani sarò in pedana con Tammaro (Cassandro, ndr) per il Mixed e darò il massimo. Poi un po’ di riposo prima di rimettermi al lavoro per affrontare l’appuntamento più importante del quadriennio”.

Sul podio con l’azzurra le statunitensi Dania Jo Vizzi, d’argento, e Austen Jewell Smith, di bronzo.

Lontane della finale le altre due azzurre in gara. Ventunesima Martina Bartolomei (Aeronautica Militare) di Laterina (AR) con 116/125, e ventisettesima Martina Maruzzo di Nanto (VI) con 115/125.

Al maschile nessuno degli azzurri del Direttore Tecnico Andrea Benelli ha centrato la finale. Migliore dei nostri è stato Elia Sdruccioli (Esercito) di Ostra (AN), quattordicesimo con 122/125, mentre Gabriele Rossetti (Fiamme Oro) di Ponte Buggianese (PT) e Tammaro Cassandro (Carabinieri) di Capua (CE) si sono fermati, rispettivamente, in ventinovesima posizione con 120/125 e cinquantacinquesima con 118/125.

Ottima la prestazione di Erik Pittini (Fiamme Oro) di Sutrio (UD) e Niccolò Sodi (Aeronautica Militare) di Arezzo. Entrambi in gara solo per i punti Ranking hanno concluso le cinque serie con un quasi perfetto 124/125. Tra gli RPO anche Sara Bongini (Fiamme Oro) di Impruneta (FI) che ha chiuso con 111/125.

Domani la Coppa del Mondo si concluderà con la gara del Mixed Team. Per l’Italia competeranno le coppie Bacosi-Cassandro e Rossetti-Bartolomei. I medal matches inizieranno alle 15.

Articolo precedenteSette regioni d’oro nel Campionato Nazionale polisportivo CSI, concluso a Cesenatico
Prossimo articoloSan Martino di Castrozza, Scopel vince la “virtual”