La Coppa del Mondo ISSF riservata gli Junior si apre con un oro ed un bronzo per l’Italia, conquistati per mano di Giammarco Tuzi e Giada Longhi.

Al maschile il romano di Fonte Nuova, portacolori delle Fiamme Oro ha confermato l’ottimo stato di forma che lo scorso giugno gli aveva consentito di conquistate il titolo di Campione Europeo ad Osijek (CRO), rendendosi protagonista di una finale quasi perfetta. Entrato nel sestetto dei migliori con 115/125 e l’ultimo dorsale disponibile, nella corsa alle medaglie ha sfoderato tutta la sua grinta e dettando il ritmo sin dalle prime battute. Netta la sua vittoria sul cipriota Keanthis Varnavides, suo avversario nel duello conclusivo, battuto con 56/60 a 51/60. Terzo sul podio Andreas Pontikis, medaglia di bronzo con 42/50.

Bella prova di carattere anche quella di Giada Longhi al femminile. La portacolori dei Carabinieri di Vico Sabino (RI) è entrata in finale con 112/125, quarto miglior punteggio, e si è resa protagonista della rimonta che l’ha portata alla medaglia di bronzo con lo score di 43/50. Meglio di lei solo le russe Anna Zhadnova e Daria Lakomtseva, rispettivamente d’oro e d’argento con 56/60 e 55/60.

Buona anche la prova di Sara Bongini, Campionessa Europea in carica, arrivata i piedi del podio con 110/125 + 9 in qualificazione e 35/40 in finale. Per lei il quarto posto assoluto.

Domani il programma prevede la gara a squadre e dopodomani quella del Misto alle quali l’Italia ha deciso di non partecipare. Gli azzurrini accompagnati dal Tecnico Andrea Filippetti rientreranno in Italia in serata e si daranno il cambio con i colleghi della Fossa Olimpica, in partenza domani con il Tecnico Antonello Iezzi.