Il 19 giugno 2019 è una data che entra di diritto nella giovane storia del sitting volley azzurro. L’impresa è firmata dalla nazionale italiana femminile, ai Campionati Europei il 3-0 (25-12, 25-9, 25-23) in semifinale sulla Germania vale una straordinaria doppietta: la finale continentale contro la Russia e soprattutto la qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020. L’Italia è già sicura di un posto per la manifestazione giapponese, in quanto la Russia (vincitrice del Mondiale 2018) è già qualificata per il torneo paralimpico.
A distanza di soli sei anni dalla nascita del sitting volley in Italia, le ragazze di Amauri Ribeiro raggiungo così uno straordinario traguardo, difficilmente pronosticabile. Un risultato che premia il duro e costante lavoro portato avanti in questi anni dalla Federazione Italiana Pallavolo, improntato alla crescita e allo sviluppo della disciplina paralimpica.
La semifinale contro la Germania ha confermato le grandi qualità della squadra azzurra, sin dal primo set Aringhieri e compagne hanno imposto il proprio gioco senza lasciare scampo alle avversarie. Nel secondo il copione è stato lo stesso e l’Italia ha inflitto una lezione ancora più dura alle tedesche. Palpitante e combattuto l’ultimo parziale, sino al 21-21 le squadre sono rimaste attaccate, ma poi le azzurre hanno piazzato l’allungo decisivo, verso la finale Europea e le Paralimpiadi di Tokyo 2020.
Italia-Russia, in programma domani alle ore 14.15, sarà quindi la logica finale di un torneo in cui le due squadre si sono dimostrate nettamente superiori al resto della concorrenza. Non a caso le azzurre nella fase a gironi hanno perso solo contro le campionesse mondiali in carica. In quella stessa rassegna iridata la formazione tricolore diede il primo segnale della sua grande crescita, ottenendo a sorpresa uno straordinario quarto posto.

Un piazzamento che ha dato ancora più convinzione alla nazionale azzurre, una delle magnifiche otto formazioni che prenderà parte alle Paralimpiadi di Tokyo (25 agosto – 6 settembre 2020).

Oltre a Italia e Russia, sono già sicure di un posto per le Paralimpiadi: Giappone (paese ospitante), Stati Uniti (2a al Mondiale) e Cina (torneo asiatico). I restanti 3 pass verranno assegnati dal torneo panamericano, da quello africano e dalla qualificazione internazionale.