Si alza il sipario sulla grande giornata del Premio Internazionale Semplicemente Donna che si appresta a celebrare il suo decimo anniversario con un intenso programma di iniziative, incontri e testimonianze volti a sensibilizzare sui fenomeni della violenza e della disparità di genere. Ospitata per il quarto anno consecutivo dal Comune di Castiglion Fiorentino, e sostenuta dal presenting sponsor Menchetti, la manifestazione metterà in calendario, oltre alla consueta cerimonia di premiazione, anche una serie di incontri negli istituti superiori della provincia aretina: l’I.S.S “Luca Signorelli” di Cortona, il Liceo “Giovanni da Castiglione” di Castiglion Fiorentino, l’I.S.I.S. “Angelo Vegni – Capezzine”, l’I.T.E “Guido Marcelli” di Foiano della Chiana, l’I.I.S “Benedetto Varchi” di Montevarchi, Rondine Cittadella della Pace e, ad Arezzo, il Liceo “Vittoria Colonna”, l’I.T.I.S “Galileo Galilei”, l’I.S.I.S “Buonarroti – Fossombroni”, il Liceo “Piero della Francesca” e il Liceo scientifico “Francesco Redi”. Qui, studenti e studentesse potranno dialogare direttamente con le premiate di quest’anno e con alcune protagoniste delle precedenti edizioni, tra cui Dacia Maraini, Jasvinder Sanghera, Vjosa Dobruna, Filomena Lamberti, Widad Akreyi, Laura Roveri e Isabel Russinova.

Siamo orgogliosi di aprire le porte al Premio Internazionale Semplicemente Donna – dichiarano all’unisono i dirigenti scolastici degli istituti partecipanti al progetto – Entrare a stretto contatto con donne sopravvissute a episodi di violenza o capaci di infrangere le barriere sociali e culturali legate alla discriminazione di genere è, per i nostri studenti, una grande occasione di riflessione, ma anche un’opportunità di crescita personale che li porterà a diventare cittadini e cittadine consapevoli, capaci di contribuire alla realizzazione di un mondo migliore”.

Venerdì 18 novembre, alle ore 21, il Teatro “Mario Spina” di Castiglion Fiorentino ospiterà, invece, la cerimonia di premiazione del Semplicemente Donna, evento clou della manifestazione che, anche quest’anno, vedrà la conduzione della giornalista di Sky Monica Peruzzi. A ritirare il prestigioso riconoscimento per i “Diritti umani” e per “L’impegno sociale e civile” saranno, rispettivamente l’avvocato anti-tratta Esohe Aghatise e Zakia Seddiki Attanasio, vedova dell’ambasciatore Attanasio assassinato in Congo nel 2021, mentre l’attivista afghana Malalai Joya sarà insignita del premio “Donna per la pace”. La menzione “Donna Coraggio” sarà consegnata all’attrice Annamaria Spina e alla giornalista schierata contro la camorra, Marilena Natale. A ricevere il prestigioso riconoscimento  anche la campionessa paralimpica Ambra Sabatini, la manager Giuseppina Mengano Amarelli, la giornalista Rai Giovanna Botteri, l’avvocato Gian Ettore Gassani, la scienziata Adriana Albini e Antonella Celletti, prima donna Comandante pilota dell’Alitalia. Il Premio Speciale “SOS Villaggi dei Bambini” sarà invece assegnato a Anna Rita Orfino per il Programma Mamma e Bambino riattivato all’interno del Villaggio SOS di Ostuni.

Articolo precedenteVolley, Smi Roma… e sono tre
Prossimo articoloVolley, Tuscania corsara a Napoli