Il cambio d’aria, passato dal Campionato Italiano Rally Asfalto alla Coppa Rally ACI Sport di quinta zona, ha decisamente fatto bene ad un Alessio Rossano Bellan che rientra dal Rally di Salsomaggiore Terme con un significativo risultato.

Il pilota di Taglio di Po, archiviato un inizio di CIRA caratterizzato da un magro raccolto, ha deciso di imprimere un importante cambio di rotta alla propria stagione 2022, scendendo nel parmense a bordo di una Peugeot 208 Rally 4 di Autotecnica2, affiancato da Silvia Croce.

L’aperitivo della “Show Salsomaggiore”, al Sabato sera, vedeva il portacolori di AB Motorsport particolarmente in forma, terzo al controllo stop pagando un ritardo di soli otto decimi da Brega.

L’arrivo della pioggia, nella notte, rimescolava pesantemente le carte ed il polesano, sul bagnato, non riusciva a trovare il giusto feeling ad inizio Domenica, precipitando sino al decimo posto tra le Rally 4 ed accusando un divario che era salito, al termine del primo giro, a 16”8.

“Siamo partiti con quattro Cinturato usate al primo giro” – racconta Bellan – “perchè, durante la notte, è arrivato un forte temporale e le strade erano bagnate. Dopo aver fatto la prima in trasferimento siamo andati sulla successiva ma non riuscivamo a stare in strada, da nessuna parte. Abbiamo perso parecchio tempo, passando dal terzo al decimo in classe Rally 4.”

Ripartito con il coltello tra i denti Bellan ritornava presto a farsi notare nei quartieri nobili di una Rally 4 ben nutrita, terzo tempo sulla seconda “Pellegrino Parmense” e secondo sulla successiva “Varano de’ Melegari”, risalendo la classe sino ad arrivare già ai piedi del podio.

“Nel secondo passaggio” – sottolinea Bellan – “siamo andati con quattro sette, essendoci ancora dell’umido in strada, e, anche se galleggiavamo un po’, abbiamo ripreso ritmo, avvicinandoci rapidamente al migliori. Volevamo portare a casa il podio, a qualsiasi prezzo.”

Con tre tratti cronometrati ancora da disputare e con un una ventina di secondi a separarlo dalla vetta Bellan era consapevole che la partita si poteva riaprire ma, dopo aver mancato il bersaglio sull’ottava speciale, solamente sesto al controllo stop, il tagliolese sfiorava lo scratch sull’ultima “Pellegrino Parmense”, secondo ad un decimo, ed andava a vincere la conclusiva “Varano de’ Melegari”, agguantando con le unghie e con i denti una terza piazza che vale oro.

Un fine settimana rivitalizzante in classe Rally 4 ed in gruppo RC4N, alla fine settimo, che si traduce in punti importanti in quinta zona per la CRZ, per il Rally Regional Club di casa Peugeot, per il Trofeo Pirelli Accademia ed anche in ottica di R Italian Trophy.

“Senza il tempo perso con il bagnato” – conclude Bellan – “potevamo anche giocarci la vittoria. Abbiamo comunque dimostrato che ci siamo anche noi. Dopo tante delusioni, finalmente, un buon weekend. Durante le vacanze decideremo per il nostro destino. Sarà CIRA o CRZ?”

 

Articolo precedenteAIBVC Italia Tour, a Pesaro la vittoria è di Frasca-Gradini e Lupo-Casellato
Prossimo articoloPodio complicato, per Maddalosso, a Scorzè