Sei Nazioni
Mancano tre giorni ad Italia-Inghilterra

Roma si prepara ad ospitare una moltitudine di tifosi, italiani ed inglesi, che animeranno il Terzo Tempo Peroni Village, luogo d’incontro divenuto simbolo di condivisione e festa, in cui darsi appuntamento prima e dopo le partite degli Azzurri allo Stadio Olimpico di Roma.

Domenica 14 febbraio, il Museo del Rugby in collaborazione con la Federazione italiana rugby, darà il proprio benvenuto a tutti gli ospiti stranieri e non esponendo all’interno dell’area ludica una selezione di maglie storiche di entrambe le Nazionali: trentadue maglie che scandiranno la storia dell’Italrugby – partendo da quella dell’esordio assoluto avvenuto nel 1929 a Barcellona per arrivare ai giorni nostri con la maglia di Capitan Parisse – e dodici con l’effige della Rosa di Lancaster ed alcune dei più rappresentativi club d’Inghilterra. Non mancheranno le maglie della Francia, del Galles, dell’Irlanda e della Scozia, così come quelle delle Azzurre che giocano il “loro” 6 Nazioni dal 2007. Uno spazio particolare sarà dedicato agli arbitri con alcune maglie di fischietti internazionali, tra cui quella dell’arbitro del match, il neozelandese Glen Jackson.

In piena condivisione con lo spirito di rispetto e riconoscimento dell’avversario il messaggio “Welcome England” campeggerà sull’ingresso dell’area espositiva del museo.
Cinque maglie della Nazionale Azzurra e cinque della Nazionale Inglese vestiranno, invece, l’area Autorità all’interno dello Stadio Olimpico. Tra le maglie azzurre quella di Rocco Caligiuri ed Ivan Francescato, che hanno lasciato un ricordo indelebile e scritto pagine importanti della storia ovale italiana, mentre l’Inghilterra sarà rappresentata da cinque Campioni del Mondo: Will Greenwood, Mark Regan, Martin Johnson, Lawrence Dallagio e Sir. Jonny Wilkinson.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here