Condividi

Per il secondo anno consecutivo Roma ospita l’ultima tappa del Giro d’Italia ciclocross. Mercoledì 6 gennaio il percorso dell’Ippodromo delle Capannelle sarà preso d’assalto dai migliori crossisti d’Italia per vivere le ultime emozioni della corsa rosa. La manifestazione è valevole anche come ultima prova del Trofeo Romano Scotti +Vista Lazio Cross, challenge regionale che è stata ospite della corsa rosa anche in occasione delle tappe di Fiuggi e di Pescia Romana. La gara di Roma assegnerà anche le maglie di campione regionale Esordienti primo e secondo anno maschile e femminile.

Il percorso di circa 3 chilometri è come di consueto molto veloce: “E’ un tracciato non particolarmente impegnativo – spiega Fausto Scotti – in quanto la gara capita a ridosso del campionato italiano, quindi è un tipo di gara alla portata di tutti. Di sicuro non mancherà lo spettacolo, perchè i corridori che parteciperanno in tutte le categorie sono molto agguerriti e vogliono figurare bene in un momento chiave della stagione”.

Il memorial è giunto alla settima edizione: il percorso è stato dapprima valevole per l’assegnazione delle maglie di campione d’Italia nel 2011, mentre in seguito è diventato prova di Coppa del Mondo Uci fino al 2014. Dalla scorsa stagione assegna le maglie rosa definitive del Giro d’Italia Ciclocross, corsa a tappe completamente internazionale.

Quest’anno la lotta per il simbolo del primato appare molto incerta, soprattutto nella categoria Open maschile: Nadir Colledani (Trentino Cross) è in testa alla classifica con 84 punti, ma è seguito da Nicolas Samparisi (Cx Selle Smp Dama Focus) a 77 punti. Rientrano a pieno titolo per la lotta alla rosa anche Marco Bianco (Cerone) a 73 punti, Cristian Cominelli (Promo Cycling) a 65 punti e Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti), che di punti ne ha 60. La gara Open sarà quindi da seguire fino all’ultimo metro, in quanto nessuno di questi atleti vuole lasciare nulla di intentato per portare a casa la rosa.

Tra le donne, Chiara Teocchi (Bianchi Countervail) può essere contrastata solo da Alessia Bulleri (Vaiano), mentre Sara Casasola (Trentino Cross Selle Smp) si mantiene in terza posizione come leader della classifica dei giovani. Al via della gara ci sarà anche Eva Lechner (Esercito – Luna Chix), che inizierà a Roma il mese decisivo della propria stagione, quello che la condurrà fino al mondiale di Zolder, in Belgio. Insieme all’altoatesina non mancherà Alice Maria Arzuffi (Selle Italia Guerciotti), già vincitrice della tappa di Fiuggi.

Tra gli Juniores Antonio Folcarelli (Promo Cycling), che a Pescia Romana è stato ostacolato dalla scollatura di un tubolare, ha 92 punti, contro gli 89 di Michele Bassani (Work Service Brenta) e i 70 Alberto Brancati (Caprivesi): in questa categoria si profila quindi un duello a tre per la maglia rosa finale.

Se tra le allieve la maglia rosa è già saldamente sulle spalle di Nicole Fede (Iaccobike Guerciotti), tra gli uomini la lotta è tra Federico Ceolin (Libertas Scorzè) e Tommaso Dalla Valle (Sorgente Pradipozzo), che hanno rispettivamente 94 e 70 punti. Tra gli esordienti è invece già sicuro della maglia rosa Gabriele Torcianti (Trentino Cross Selle Smp); nelle donne la lotta sarà tra Emma Faoro (Sportivi del Ponte) e Letizia Brufani (Lu Ciclone).

Già assegnate le maglie rosa master per fascia: Massimo Folcarelli (Drake Team NwSport), Sauro Nocenti (Cavallino Specialized) e Chiara Selva (Spezzotto) sono i leader per fascia, ma durante la premiazione finale del GIC verranno assegnate anche le maglie rosa per categoria federale.

Alla fine della giornata di gare si svolgerà la festa del Comitato Regionale del Lazio FCI, durante la quale saranno premiati tutti i migliori atleti del Lazio che si sono distinti durante tutto il 2015. Verranno anche consegnate le maglie di leader del Trofeo Romano Scotti +Vista Lazio Cross.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here