Roma si prepara ad ospitare il Campionato del Mondo di Tiro all’Elica, con il fervore e l’entusiasmo che da sempre contraddistinguono la Capitale. La competizione mondiale, giunta quest’anno alla XXIXª edizione, si disputerà nel primo fine settimana di ottobre sui campi dell’ASD Tiro a Volo Lazio. Si attendono circa 250 partecipanti, provenienti da tutto il mondo, che si sfideranno sui sei campi da tiro puntando al titolo mondiale. Una competizione rivolta sì ai tiratori esperti e di fama internazionale, ma che grazie alla formula Open mira al coinvolgimento anche dei tiratori che non hanno mai preso parte a competizioni sportive di alto livello: le iscrizioni si potranno fare direttamente sul campo nei giorni di gara, garantendo così a tutti gli appassionati di Elica, regolarmente tesserati, la possibilità di mettersi in gioco e di puntare al trofeo e al titolo di Campione del Mondo. È quasi tutto pronto in via Tiberina 204, km 2, sede dell’ASD TAV Lazio: la società è stata oggetto nelle ultime settimane di un ulteriore e accurato restyling, che ha portato la struttura a rinnovarsi e a dotarsi, tra le altre cose, di servizi e accesso per disabili oltre che di una club house accogliente e curata nei minimi dettagli. La qualità dei sei campi da tiro, tutti polivalenti e utilizzabili quindi anche per la pratica del Trap, dello Skeet, del percorso di caccia, oltre che del tiro all’Elica, è sempre garantita: non è un caso che la società, nata nel 1893, sia una delle più longeve e attive in questo settore. Proprio quest’anno, poi, per il TAV Lazio ricorrono quarant’anni da quando si trasferì sulla Tiberina: correva infatti il 1979 quando il circolo si spostò sulle rive del Tevere, diventando così un vero punto di riferimento per gli amanti delle discipline del tiro. Già nel 2012, la struttura ha ospitato il Campionato Mondiale di Elica e nel 2016 ha fatto da scenario al Campionato Europeo.

L’Italia parteciperà alla competizione con trenta atleti, convocati dal Commissario Tecnico Giuseppe Rodenghi. La rappresentativa italiana si sfiderà con atleti di tutto il mondo in una competizione che complessivamente si svolgerà su sei giorni: martedì 1, mercoledì 2 e giovedì 3 si svolgeranno gare “satellite”, venerdì 4 ci sarà il Gran Prix d’Italia, valevole come prova di Coppa del Mondo, mentre sabato 5 e domenica 6 saranno i giorni dedicati al Campionato del Mondo. Trenta il numero di eliche, su una distanza di tiro fissa a 26 metri. “Tutti i nostri atleti hanno già effettuato allenamenti sul campo e sono preparati psicologicamente per questo grande evento – ha commentato Rodenghi – Come di consueto mi aspetto il massimo impegno da parte di tutti e sono sicuro che le possibilità per fare risultato sono buone. Mi auguro una buona partecipazione da parte di tutti i tiratori italiani”.

Accompagnati da Carlo Tarchini, anima del TAV Lazio, abbiamo raggiunto sul campo alcuni dei tiratori impegnati nel training prima della gara: l’entusiasmo è per tutti alle stelle, così come la determinazione e la voglia di cogliere l’occasione al volo e chissà, diventare un campione del mondo, proprio come è successo ad Antonio Angelini. Il tiratore romano nel 2016 è diventato Campione del Mondo nel Mondiale disputatosi a Il Cairo, guadagnando anche la medaglia d’oro al valore atletico assegnata dal Coni: Angelini partì per l’Egitto forte di un terzo posto nella Coppa del Mondo, ma mai avrebbe immaginato di fare ritorno in Italia da Campione. “Ma quando tocca a te, entrano in gioco la voglia e la grinta per conquistare titolo e trofeo – ci ha detto, ricordando emozionato quei momenti – Ci si riempie di emozioni, ricordi e di grandi soddisfazioni, personali e sportive”.

Questo è l’augurio per tutti i partecipanti e gli organizzatori, che con grande impegno e  dedizione stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli affinché il Mondiale di Elica 2019 lasci un segno importante nella storia di questa disciplina. È questo lo spirito condiviso dal presidente della Federazione Italiana Tiro a Volo Luciano Rossi: “Invito tutti i nostri tesserati a emozionarsi sulle pedane del Tiro a Volo Lazio per questo Campionato del Mondo dell’Elica, aperto a tutti, dove ognuno può ambire al successo, ma anche emozionarsi con la partecipazione – sono state le sue parole – Un benvenuto ai tiratori da tutto il mondo già iscritti e un invito forte agli appassionati italiani che possono vivere emozioni di grande intensità, a conclusione di una stagione impegnativa, ricca di eventi e di iniziative per il mondo del tiro del nostro Paese, che ha regalato e regalerà ancora grandissime soddisfazioni”. Ringraziando il Direttivo dell’ASD TAV Lazio per l’impegno profuso per la riuscita del Mondiale, e in particolare il presidente Luciano Liut e il vice presidente Marco Lorenzoni, Rossi ha sottolineato come il XXIX° Campionato del Mondo rappresenti un’ulteriore conferma dell’importanza del sodalizio stretto tra FITAV e FITASC, certo che la collaborazione e il sostegno reciproco porterà a traguardi e successi sportivi sempre più prestigiosi. “Il mio sentito ringraziamento va a Jean-François Palinkas,  presidente FITASC, che ha assegnato al TAV Lazio  l’organizzazione del Mondiale, a riprova della proficua collaborazione e reciproca stima” – ha concluso Rossi. E da Parigi, dove ha sede la FITASC, arriva anche il messaggio di benvenuto del presidente Palinkas: “Sono molto felice di tornare al TAV Lazio sette anni dopo il nostro ultimo Campionato del Mondo di Elica che si è tenuto qui nel 2012 e dopo i numerosi Campionati Europei che si sono disputati qui a partire dai primi anni Duemila – ha dichiarato –  Desidero esprimere il mio ringraziamento ai dirigenti e allo staff del TAV Lazio, per tutti i loro sforzi e investimenti. Esprimo anche il mio ringraziamento a tutto lo staff della Federazione Italiana Tiro a Volo e al suo Presidente M. Luciano Rossi: come al solito, tutti gli organizzatori italiani faranno del loro meglio affinché il Campionato del Mondo si svolga nelle migliori condizioni sportive. Alla fine dei 2 giorni di competizione, i migliori tiratori del mondo 2019 saranno premiati e sarà assegnata la Coppa del Mondo: auguro buona fortuna e buon tiro a tutti i partecipanti!”.