A Collina Fleming, nella notte fra giovedì 18 e venerdì 19 novembre ignoti si sono introdotti nell’abitazione di Massimo Maestrelli, figlio di Tommaso, ex allenatore della Lazio che nel 1974 guidò la squadra ottenendo il primo scudetto della sua storia, e dopo aver rotto il quadro che conteneva appunto lo scudetto hanno rubato la medaglia d’oro con l’immagine di Lenzini, allora presidente della Lazio, con Tommaso Maestrelli di profilo e i nomi degli undici giocatori.

A darne notizia è stato proprio Massimo Maestrelli, affermando che la medaglia ha un valore affettivo immenso. “Chiunque possa aiutarci, vi prego, lo faccia. Sono poche le cose di valore rimaste e questa è la più preziosa come ricordo di un momento unico” scrive sul suo profilo twitter.