Era un ritorno atteso, dopo una lunga latitanza, quello di Michele Caliaro al Rally Città di Schio dello scorso fine settimana, pronto a tornare a calcare quelle prove speciali che lo avevano visto iniziare l’avventura rallystica agli inizi del millennio.

Uno stato influenzale, comparso poco prima del via, ha obbligato il pilota di Crespadoro ad alzare bandiera bianca in anticipo, costringendolo a lasciare spenta la sua Skoda Fabia R5, curata da MM Motorsport ed iscritta per i colori della scuderia Rally Team.

Un finale di stagione amaro, per lui e per il compagno di abitacolo Fabio Andrian.

“Ho iniziato a correre qui nel 2005” – racconta Caliaro – “e ci tenevo particolarmente ad essere al via ma non è stata un’assenza voluta. Ancora ieri sera avevo qualche linea di febbre e mi dispiace sia andata così, per tanti motivi. Era la gara di casa di Fabio ed oltre a scusarmi con lui voglio farlo anche con tutti i partners che ci avevano permesso di essere al via di Schio. Sicuramente ci rifaremo l’anno prossimo ma per questo direi che ormai abbiamo concluso. Grazie quindi a tutti quelli che ci hanno sostenuto, in questo primo anno in Skoda, e ci auguriamo che il prossimo possa portare, a tutti noi, le soddisfazioni alle quali punteremo.”

Articolo precedenteFootball, i risultati del fine settimana
Prossimo articoloNo alla Violenza sulle Donne, colore rosso su tutti i campi di pallavolo del Lazio